IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cinquanta euro in cambio di sesso: così il 50enne di Stellanello ha tentato di adescare un 13enne foto

Il ragazzino ha chiesto aiuto e sono intervenuti i carabinieri: l'uomo denunciato per tentata induzione alla prostituzione

Andora. Ha avvicinato un tredicenne e gli ha offerto cinquanta euro per consumare un atto sessuale. Per questo, ieri, un cinquantenne di Stellanello è stato denunciato a piede libero per tentata induzione alla prostituzione.

carabinieri andora

Il gravissimo episodio è accaduto ieri pomeriggio ad Andora dove il ragazzino stava trascorrendo un periodo di vacanza. Secondo quanto accertato dai carabinieri della stazione di Andora, l’uomo, già noto alle forze dell’ordine per alcuni precedenti risalenti nel tempo, ha notato il gruppetto di adolescenti che stava giocando in un parco cittadino e si è avvicinato. A quel punto, con una scusa, ne ha fatto allontanare uno per fargli la squallida proposta. Fortunatamente il tredicenne, spaventato, è scappato subito ed ha dato l’allarme.

I carabinieri sono immediatamente intervenuti e, come ha spiegato il maggiore Massimo Ferrari, comandante della compagnia di Alassio, hanno rassicurato il ragazzino, comprensibilmente turbato per l’accaduto. Poi si sono subito messi sulle tracce dell’uomo che è stato rintracciato poco dopo (visto che era trascorsa la flagranza di reato è stato denunciato a piede libero).

“E’ una persona nota alle forze dell’ordine perché sul suo conto circolavano già delle voci relative ad episodi che però erano prive di riscontro. Il comandante della stazione luogotenente Giorgio Santopoli, che aveva già raccolto delle confidenze, era anche già intervenuto con la persona per tentare di fare in modo che i suoi squallidi propositi non venissero più messi in atto. Invece l’uomo, senza pudore, ha trovato un ragazzino da adescare” ha spiegato il maggiore Ferrari. Il comandante Santopoli però aveva già messo in moto da tempo la macchina investigativa, monitorando i suoi movimenti visto l’incalzare delle segnalazioni anonime che giungevano in caserma. L’epilogo ieri pomeriggio.

“I servizi di prevenzione e di controlli del territorio continuano in modo ininterrotto e saranno intensificati nelle prossime ore – garantisce Ferrari – La capillare presenza sul territorio e il continuo contatto col cittadino e al servizio della gente, privilegiati nella azione quotidiana dei carabinieri, costituiscono l’aspetto preminente del servizio istituzionale dell’Arma dei carabinieri, sempre vicina alla gente”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.