IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alla Marina di Loano la mostra di origami “Giocando con la Carta” di Roberto Vigorelli

La mostra resterà visitabile fino a domenica 27 agosto

Loano. Lunedì 7 agosto presso “Il Ristorante” dello Yacht Club di Marina di Loano si è aperta la mostra di origami “Giocando con la Carta” di Roberto Vigorelli.

La mostra racconta, attraverso dieci opere, la musicalità di ogni singola piega e la magia di veder nascere tra le mani un oggetto, un animale, un quadro e di suscitare emozioni. In questa occasione l’autore ha voluto rendere omaggio ai suoi “maestri ispiratori”, tra i quali Kade Chan, Eric Joisel, T. Kawasaky, Luis Simon, riproducendo, con minuzia ogni piega a “valle, a “monte”, “partendo solo un quadrato. Ogni modello nasce dallo studio attento dei diagrammi focalizzando l’attenzione sui punti critici di piega per giungere alla scelta della carta e creare, in modo armonico, un’immagine.

Il visitatore potrà così gustare, complice anche la rinomata location, varie tecniche in uso dagli origamisti: figurativo, modulare, geometrico e tassellato (per questo modello, l’artita ha utilizzato “carta Washi” bianca, proveniente da Kyoto, Patrimonio Unesco dal 2014).

La mostra fa seguito alla precedente di aprile presso il consolato giapponese di Milano dal titolo “La Carta che Parla” dove sono stati esposti molti dei modelli piegati per le Olimpiadi Online degli Origami, riscuotendo notevole successo (vi è stata la partecipazione di una scolaresca). Per rendere omaggio al Giappone, l’artista ha piegato 1150 gru con l’opera dal titolo “Il volo dell’amicizia” e attualmente esposta permanentemente presso la biblioteca della scuola giapponese di Milano. Altre gru sono state donate al Museo della Pace di Hiroshima.

Roberto Vigorelli nasce a Milano nel 1976Solo dopo molti anni, a seguito di studi umanistici in Università e complice un viaggio a Tokyo nel 2010, si avvicina con più forza agli origami. Autodidatta, si ispira ai grandi maestri esistenti, quali Chan, Joisel, Kamjia, Ermakov, dedicando il tempo libero allo studio dei diagrammi e video. La passione è diventata uno studio continuo alla ricerca della perfezione, della carta giusta, del vedere “oltre” il foglio. Dal 2014 al temine di ogni concerto del musicista Giovanni Allevi, regala un piccolo origami arancione in segno di lunga amicizia. Nel 2015 partecipa alla sua prima Olimpiade degli Origami, (92°/297 partecipanti) come nel 2016 (81°/281 partecipanti e 7°/34 su classifica Italiana). Nello stesso anno, organizza la sua prima mostra presso un locale cintage di Milano.

Nel mese di marzo 2017 collabora con uno studio di architettura per l’allestimento di uno stand all’interno del Salone Internazionale del Mobile a Rho Fiera. Nel mese di aprile presenta la sua seconda mostra presso il consolato giapponese di Milano (primo italiano ad esporre origami). Dal mese di maggio collabora con la scuola giapponese di Milano insegnando tecniche varie di piega ai bambini

A chi chiede perché si dedichi ad un’arte ancora poco conosciuta in Italia risponde che non bisogna sottovalutare il potere dirompente degli origami, dando “voce “ alla carta. Dal 2010 piega tutti i giorni

La mostra resterà visitabile fino a domenica 27 agosto dal lunedì alla domenica dalle 8.30 alle 22 con ingresso libero. Per informazioni è possibile contattare la segreteria del Marina Center di Loano al numero 019.667835.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.