IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Treni, Vazio (Pd): “Finanziare il raddoppio Andora-Finale e il potenziamento della Savona-Cairo-Torino è possibile”

“Serve un forte coesione tra politica e territorio che oggi non esiste. Al convegno di Savona ieri la Regione era ingiustificatamente assente”

Liguria. “Servono un miliardo e mezzo di euro per il raddoppio Andora-Finale e diverse centinaia di milioni per il potenziamento della tratta Savona-Cairo-Torino. Sono risorse importanti per una Regione come la Liguria che ha già visto finanziare il terzo valico con una spesa di oltre 6 miliardi di euro. Però il connotato strategico di queste opere, sia per ragioni economiche, che ambientali, rende possibile vincere questa sfida. Dobbiamo intervenire sul contratto con Rfi Ferrovie dello Stato già a partire dalla prossima legge di bilancio a settembre, anche perché la progettazione definitiva ed esecutiva è già finanziata: e in questa battaglia non saremo soli, così come ci ha garantito l’onorevole Umberto Del Basso De Caro, Sottosegretario del ministero delle infrastrutture e dei trasporti”.

A dirlo è il deputato ligure del Pd Franco Vazio, vice presidente della commissione giustizia della Camera, che prosegue: “Serve però una coesione politica sul territorio che vada oltre l’appartenenza e la militanza al proprio partito; coesione che oggi è del tutto assente. Ieri al convegno organizzato dall’associazione ‘Noi per Savona’, sotto la regia di Daniela Pongiglione, erano presenti il governo, rappresentato da un suo sottosegretario, i deputati del Pd, i consiglieri regionali Melis del M5S e De Vincenzi del Pd, che con una comune tensione si sono espressi in favore di queste opere. Le forze politiche di centrodestra rappresentate in Regione, attori istituzionali decisivi in questa partita, presidente, assessori e consiglieri regionali sono stati totalmente e ingiustificatamente assenti”.

Vazio quindi conclude: “Mi auguro che il percorso avviato ieri possa sollecitare un ripensamento da parte della giunta regionale e distoglierla per un attimo dalla politica degli annunci e dei proclami a cui mai seguono fatti e opere. I cittadini liguri, le nostre imprese e più in generale la nostra economia, fatta di turismo ed eccellenze, ha un estremo bisogno di queste infrastrutture. La sfida può essere vinta, ma è necessario il sostegno di tutte le forze politiche.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da montenotte

    Il miliardo e mezzo di euro che serve per il raddoppio si può trovare facilmente: basta sforare dal bilancio come si è fatto per il bonus degli 80 euro e il gioco è fatto, altrimenti per fare 31 km di raddoppio con interventi dilazionati, servono 20 anni. La Liguria con una linea internazionale, se lo può permettere? Il TGV francese potrebbe arrivare agevolmente fino a genova, ma i cugini ci hanno ripensato.