IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Strage via D’Amelio, il Comune di Albenga dona alle scuole medie l’immagine celebrativa dei giudici Falcone e Borsellino

L'immagine è esposta dal 23 maggio alle finestre del palazzo municipale

Albenga. In occasione della ricorrenza dell’anniversario della Strage di via D’Amelio l’amministrazione comunale ha deciso di donare alle scuole medie cittadine l’immagine celebrativa dei giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, dal 23 maggio esposta alle finestre del Municipio.

“A 25 anni dai terribili attentati del 1992 abbiamo deciso di onorare le figure di Falcone e Borsellino e degli agenti delle loro scorte con un gesto semplice ma significativo come quello di esporre una loro bellissima foto da una delle finestre del palazzo comunale, la casa di tutti i cittadini di Albenga – dichiara Vincenzo Munì, consigliere comunale del Partito Democratico – Questo ricordo che ha coinvolto la nostra città in questi simbolici 57 giorni, tanti quanto quelli passati tra la strage di Capaci e quella di via D’Amelio, dal 23 maggio al 19 luglio, è stato per noi amministratori motivo di grande orgoglio soprattuto perché molto apprezzato dalla cittadinanza e dai più giovani”.

“Oggi, 19 luglio, è nostra volontà non concludere questa iniziativa, al contrario darle un nuovo slancio e per questo, a completamento di questo percorso, quest’immagine verrà donata alle scuole medie Mameli-Alighieri, affinché essa possa essere utilizzata nei futuri progetti scolastici e con l’augurio che possa lì trovarvi una sede stabile per rappresentare nei prossimi anni per tutti i ragazzi che si susseguiranno una fonte di riflessione e di grande esempio – afferma ancora il consigliere – Sono sicuro che la forza del sorriso e del coraggio di Giovanni e Paolo, la loro capacità di affrontare il male, il loro sogno di un Paese più giusto e libero da tutte le mafie rappresenterà per tutti gli studenti una grande spinta a non dimenticare mai il sacrificio di questi eroi e a portare avanti gli ideali in cui essi credevano e per i quali hanno perso la vita”.

“Per questa ragione è mia intenzione ringraziare per la loro collaborazione tutte le persone che hanno reso possibile questa celebrazione, dal Sindaco a tutti i membri dell’amministrazione, dai cantonieri che ci hanno aiutato a realizzarla fino alle insegnanti che hanno subito accettato questa proposta è che con il loro lavoro, giorno dopo giorno, contribuiscono a formare le coscienze delle prossime generazioni”, conclude Munì.

“Ho considerato fin da subito questa un’ottima iniziativa, giusta ed esemplare – dice invece Maurizio Arnaldi, anch’egli consigliere comunale democratico – Sono inoltre contento che essa venga realizzata in collaborazione con le scuole medie di via degli orti, come a rappresentare la giusta conclusione di un percorso fatto sulla legalità e sviluppato dal comprensivo numero uno e nello specifico a premiare il lavoro degli alunni delle terze medie che quest’anno hanno inoltre avuto la possibilità di visitare i luoghi delle stragi di via Capaci e via D’Amelio”.

“L’Istituto secondario di primo grado Mameli-Alighieri sta da molti anni svolgendo il progetto legalità, coordinato dalla professoressa Angela Sassano, che estende la programmazione di tutte iniziative all’intero Comprensivo Albenga 1 – afferma la professoressa Mara Grossi, vicaria dell’I.C. Albenga 1 – Anche la partecipazione ad eventi organizzati dall’Associazione Libera sono stati momenti di crescita e di approfondimento culturale aperti a tutte le scolaresche che hanno dato vita a diversi concorsi. Anche le uscite didattiche a Cascina Caccia (TO) e a Palermo sui luoghi delle stragi hanno caratterizzato il percorso di legalità lasciando nei ragazzi delle classi terze della scuola media dell’i.C. Albenga 1 un ricordo indelebile. Il dirigente scolastico Riccardo Badino e il personale docente e non docente ringraziano l’amministrazione comunale per il dono ricevuto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.