IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Stop alla musica a Piana Crixia, in Val Bormida aumentano i paletti al divertimento giovanile

La musica all'aperto disturba, a Piana il Pub irlandese cancella gli eventi in programma

Piana Crixia. La Val Bormida non si esime dallo spirito di coprifuoco che sta caratterizzando l’estate 2017 in tutta la provincia. Dopo gli applausi di cartone di Albissola, i fuochi artificiali di Savona “silenziosi” e, da ultimo, le notti bianche “spente” a mezzanotte in punto dai vigili, anche a Piana Crixia la Polizia municipale ha notificato una segnalazione di disturbo alla quiete pubblica, presentata da un residente, ai gestori dell’Irish Pub O’Connell, i quali sono stati invitati ad agire nel maggiore rispetto delle regole.

“Da quando abbiamo aperto il nostro Irish Country Pub, ci siamo prefissati di fare del nostro meglio per mantenere una qualità, il più possibile alta, sia per quanto riguarda le birre, che il cibo… essendo noi inoltre, come molti di voi, appassionati di musica, abbiamo voluto promuovere la buona musica dal vivo, all’interno del pub nei mesi invernali, ed in esterna nei mesi estivi – spiegano i coniugi Eugenio e Sabrina – Purtroppo non tutti sono di questa idea, e sfortunatamente queste sono le conseguenze. Ci dispiace dover comunicare che, ad oggi, siamo costretti a sospendere gli eventi musicali all’aperto, relativi a band con strumentazione amplificata. Saranno esclusi da questa sospensione unicamente gli artisti o band fino a tre elementi, che si esibiscono in acustica o semi-acustica, vista l’ordinanza in oggetto. Alcune band riusciranno comunque quest’estate ad esibirsi all’interno del locale, come nei mesi invernali, modificando il loro assetto. Ognuno tragga le proprie conclusioni”.

Una decisione che penalizza il locale ma anche le band, oltre agli appassionati di musica che proprio in estate si concedono serate di relax all’aperto. Insomma, un’altra prova del fatto che la provincia di Savona non sia fatta per i giovani e per il sano divertimento.

Tra l’altro, la storia dell’Irish Pub di Piana Crixia è singolare. Sabrina ed Eugenio, i coniugi della provincia di Varese, sono approdati in Valbormida portando tra i bagagli l’amore per l’Irlanda. In località Gallareto hanno aperto L’ O’Connell Street Pub, dove sorgeva l’agriturismo La Celestina. La coppia ha acquistato l’immobile riadattandolo con un look tutto Irish. Al piano superiore è stato realizzato un Bed and Breakfast con cinque camere in country style, mentre a quello inferiore ora c’è il Pub.

“Una nostra passione da sempre, l’Irlanda. Nel nostro cuore, Dublin city, la città incantata, di cui puoi solo innamorarti, attraversata dal maestoso fiume Liffey, dai vecchi imbarcaderi, dai ponti in stile liberty, dai ristoranti lussuosi e dai Pub storici coloratissimi in stile che la contraddistinguono da sempre. Ed ancora, Molly Malone, soprannominata dai dublinesi “The tart with the cart” e le birre, uniche e riconoscibili solo dagli intenditori”, spiegano i gestori, che proseguono: “E poi c’è il crocevia più folgorante e dinamico della city; O’ Connel Street, che è in assoluto la via più trafficata e di collegamento per qualsiasi parte si voglia andare. Da qui tutto parte. E da qui anche noi abbiamo deciso di partire, scegliendo di portare qui in Italia un pezzetto di Irlanda collegando passioni e cultura, birre e whiskey, balli e musica. Da noi le birre (un’ottantina) e non solo, il whiskey e la cucina irlandese tradizionale fanno la differenza e soprattutto sono trattati al meglio attraverso percorsi formativi ed eventi a tema al fine di promuovere prodotti top sia nel gusto che nello stile. Un desiderio, un sogno che si è avverato, una fonte di ispirazione per una nuova attività concentrata sulla cultura birraria, sulla musica impegnata e di folklore, sui piatti tipici d’Irlanda da conoscere ed assaporare al meglio”.

Sabrina ed Eugenio, innamorati ormai della Valbormida e soprattutto dei valbormidesi, per il carattere affabile e genuino, propongono piatti irlandesi ma anche specialità del territorio”. Questo l’entusiasmo iniziale, ora, con le limitazioni, sarà sicuramente diminuito.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.