IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Stati generali del centro destra, Toti: “Ora governare al meglio Regione e città” foto

Molti gli esponenti politici e amministratori savonesi presenti all'incontro liguri che ha "incoronato" il presidente Toti

Più informazioni su

Liguria. Folta delegazione e rappresentanza di esponenti politici e amministratori savonesi agli Stati Generali degli amministratori del centrodestra ligure che si sono svolti alla Madonna della Guardia a Genova. 430 politici e amministratori da tutta la Liguria (presenti circa la metà), tra cui il presidente Giovanni Toti, che ha aperto i lavori, 3 eurodeputati, 2 onorevoli, 74 sindaci (tra quelli dei capoluoghi mancava solo quella di Savona, Caproglio, assente per ragioni personali), e poi assessori, consiglieri comunali, regionali, municipali.

Otto tavoli tematici di confronto per fare il punto sulla situazione attuale dei territori e programmare le iniziative future, coordinati per tema dagli assessori regionali.

Giovanni Toti è – anima e corpo – concentrato sulla Liguria. Almeno, stando alle sue parole, non sembra intenzionato a cedere a ipotetiche lusinghe da parte di chi lo vorrebbe leader del centrodestra a livello nazionale. “Se mi chiamassero per prendere in mano Forza Italia? Troverebbero il telefono staccato”.

Una battuta, riferita al fatto che dove si svolgono gli Stati Generali degli amministratori del centrodestra ligure – al Santuario della Madonna della Guardia – non c’è campo per i cellulari, ma che, ancora una volta, mette una pietra tombale sul discorso.

“Potrebbe sembrare che abbiamo vinto tutte le sfide, con i successi elettorali della scorsa primavera, ma la vera sfida inizia oggi, ed è quella di una classe dirigente che non ha più alibi e ammortizzatori – ha detto Giovanni Toti – abbiamo preso un impegno con gli elettori. E oggi cominciamo a costruire un programma che porta al 2020 quando dovremmo rigovernare la Regione e al 2022 quando scadranno le amministrazioni appena vinte. Abbiamo un compito che è quello di immaginare la Liguria e che oscilla tra due ideali, quello dello sviluppo e crescita e quello della solidarietà”.

Toti guarda il bicchiere mezzo pieno: “Oggi i dati per la crescita nazionale e regionale ci dicono che qualche cosa si muove” ma non dimentica quello mezzo vuoto, le crisi industriali, genovesi e liguri: ”Abbiamo perso posti di lavoro però, ed è la crisi del modello della grande industria, e bisogna accompagnare questo cambiamento cercando di allineare i settori che tirano nella nostra regione e quelli che non tirano e non tireranno più da nessuna parte”.

stati generali centrodestra ligure

Afferma l’assessore Marco Scajola: “Queste iniziative sono fondamentali per dare modo agli amministratori locali tutti di incontrarsi e confrontarsi sui temi più importanti che interessano le amministrazioni locali. L’iniziativa del Presidente Giovanni Toti va in questa direzione, poiché amministrare il territorio é un impegno difficile che necessita un lavoro di squadra in questa giornata di lavoro e confronto si costruiscono insieme le soluzioni ai tanti problemi che sono nell’agenda dell’amministrazione regionale e in quella comunale”.

“Nel mio intervento ho condiviso con i presenti il grande lavoro svolto in questi due anni di Amministrazione Toti per quanto concerne la semplificazione e le norme in materia di urbanistica ed edilizia. Dal Piano Casa alle modifiche di diverse norme per agevolare aziende e tutte le amministrazioni locali in modo che gli interventi di riqualificazione urbanistica possano essere realizzati con meno costi e meno burocrazia. Per un’ edilizia popolare e modifica della Legge 10 con le nuove norme in materia di attribuzione delle case popolari, privilegiando i cittadini italiani e le famiglie in concreta difficoltà”.

“Infine abbiamo analizzato le questioni legate al demanio marittimo con le politiche di contrasto alla direttiva Bolkestein e il maggior impegno da parte della Regione Liguria di finanziare i ripascimenti delle spiagge e la messa in sicurezza delle stesse”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.