IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanità, Melis (M5S): “La Liguria riconosca la figura del caregiver familiare”

Ordine del giorno sul ruolo dei parenti che curano i propri cari

Regione. “Anche la Liguria riconosca ufficialmente la figura del caregiver familiare”. Lo chiede il MoVimento 5 Stelle in Regione con un ordine del giorno depositato in questi giorni a prima firma Andrea Melis, che impegna la Giunta Toti a fare pressione su Governo e Parlamento per sbloccare l’iter della legge in Commissione Lavoro della Camera e, al tempo stesso, dare impulso ad un’iniziativa legislativa regionale analoga, portando con urgenza il tema sul tavolo della Conferenza Stato – Regioni.

“Regioni quali Campania ed Emilia Romagna riconoscono già la figura professionale del caregiver familiare o prestatore di cura, ovvero colui il quale, in virtù di un legame parentale, si prende cura gratuitamente e tra le pareti domestiche di una persona cara non autosufficiente a causa di gravi patologie neurodegenerative come Alzheimer, Parkinson o Sla – osserva il consigliere pentastellato – In una regione come la Liguria, dall’età media molto avanzata e con uno dei più alti tassi di patologie croniche, quali le demenze senili, la figura del caregiver rappresenterebbe il primo, principale, presidio sanitario per i nostri malati e garantirebbe, al contempo, anche un risparmio economico significativo sul medio-lungo termine per il sistema sanitario regionale”.

“Nel piano demenze regionale si fa già riferimento al caregiver. Ora ci attendiamo che l’assessore Viale prenda un impegno concreto in Consiglio affinché questa figura sia istituzionalizzata nella nostra regione – prosegue Melis – Non basta infatti il riconoscimento attraverso una legge statale, che peraltro giace da troppo tempo nei cassetti di una commissione, ma sono necessarie iniziative legislative da parte della Regione Liguria, sull’esempio di Emilia Romagna e Campania, per dare dignità professionale ad un ruolo chiave per il tessuto sociale e sanitario della nostra regione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.