IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanità, convegno Cgil. De Vincenzi (Pd): “Poche certezze sul ponente, stop al depotenziamento del Santa Corona” fotogallery video

"Disatteso dalla Regione il progetto di ristrutturazione del nosocomio, funzionale per il suo futuro"

Pietra Ligure. “Poche luci, molte ombre e tante incognite sulla sanità del ponente ligure, verrebbe da dire parafrasando il titolo dell’interessante convegno organizzato ieri al Santa Corona dalla Cgil di Savona e Imperia, a cui ho preso parte. Perché a fronte di qualche notizia positiva (la riconferma del Dea di secondo livello per l’ospedale di Pietra Ligure) sono ancora parecchi i problemi da risolvere in questa fetta di territorio”.

Queste le parole del consigliere regionale del Pd Luigi De Vincenzi, che torna così all’attacco dell’assessore regionale Sonia Viale.

“Prima di tutto bisogna capire quale sarà il destino del Santa Corona che, pur avendo mantenuto il Dea di secondo livello, deve fare i conti, da diversi mesi ormai, con una depauperizzazione e un depotenziamento inesorabili dei servizi, dei reparti e delle specialità mediche. La Regione continua non fornire alcuna risposta su due punti chiave: la rifunzionalizzazione strutturale e la ristrutturazione dell’ospedale, due questioni sempre più necessarie e per le quali la mia amministrazione – quando ero sindaco di Pietra Ligure – si era battuta molto, proponendo una soluzione che, attraverso una parte di dismissioni, prevedeva il quasi totale autofinanziamento” dice De Vincenzi.

“Protocollo d’intesa già firmato da 3 anni e più da Regione, Comune e Asl e completamente disatteso dall’attuale amministrazione regionale. Ma non è tutto. Dal convegno è emersa anche una mancanza di chiarezza su una questione a dir poco fondamentale (e sui cui si è espresso recentemente anche il Consiglio regionale): l’integrazione fra Santa Corona e Santa Maria di Misericordia di Albenga” aggiunge ancora l’esponente del Pd in Regione.

“Insomma: siamo ancora al punto di partenza e non sappiamo – dopo due anni di governo regionale di centrodestra – quale sia il destino della sanità del ponente ligure. I cittadini hanno bisogno di certezze sui servizi (compresi quelli territoriali) e sugli investimenti. E i sindaci del territorio stanno incalzando da tempo, senza successo, l’assessore Viale per avere delle risposte. Per quel che mi riguarda continuerò, in Consiglio regionale, a porre domande e a farmi portavoce del territorio” conclude il consigliere regionale Luigi De Vincenzi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.