IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanità, accordo tra Regione e medici di famiglia: i sindacati chiedono confronto con l’assessore Viale

I sindacati: "Nuova sanità pubblica nel segno della territorialità, con servizi e personale"

Più informazioni su

Liguria. Sull’accordo tra Regione Liguria ed i rappresentanti dei Medici di famiglia sulla gestione delle patologie croniche arriva l’intervento dei sindacati liguri, che hanno chiesto un incontro all’assessore Sonia Viale. “Pensiamo sia un atto importante, che va incontro alle richieste che le organizzazioni sindacali da un anno e mezzo circa rinnovano all’assessore Viale, rispondendo anche alle previsioni del Piano Nazionale delle Cronicità che prevede tale percorso” dicono Cgil, Cisl e Uil.

“Pensiamo che questo possa essere il primo passo verso una nuova concezione di moderna sanità pubblica anche nella nostra Regione. In particolare se si sapranno portare avanti percorsi di valorizzazione della territorialità con strutture, non ospedaliere, realmente vicino ai malati, valorizzando i concetti di adeguatezza/appropriatezza delle cure, attuando percorsi di integrazione socio-sanitaria e rilanciando vere politiche di prevenzione oggi ancora insufficienti in Liguria”.

“Siamo certi che la Regione non negherà il confronto sull’iniziativa intrapresa e che presenterà il testo dell’accordo alle Organizzazioni Sindacali, che rappresentano lavoratori e cittadini su tutto il territorio regionale, offrendo la possibilità di approfondire le previsioni dello stesso e comprendere la direzione reale che si vuole prendere nella nostra Regione sul tema della sanità. Per questi motivi chiederemo un incontro con l’assessore Viale, utile anche a riallacciare un confronto fermo da troppi mesi con i sindacati confederali” concludono i sindacati.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.