IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rifiuti ad Andora, il Meetup all’attacco: “Il Comune prende in giro i cittadini”

Meetup Andora in Movimento: "Percentuali troppo basse e regna una situazione di incertezza sul futuro del servizio"

Andora. Il Meetup Andora in Movimento interviene sulla questione rifiuti dopo la sanzione da parte della Regione Liguria al comune del ponente savonese per non aver raggiunto gli obiettivi sulla percentuale di smaltimento: “La nostra cittadina è la terza nella black list con una multa di 6.402,98 euro che ovviamente verrà spalmata sulle prossime bollette che riceveranno gli utenti” afferma il Meetup.

“Dopo anni di incontri con le varie amministrazioni che si sono succedute, dopo aver partecipato e organizzato molti eventi e incontri pubblici (con poca partecipazione purtroppo da parte dei cittadini) in merito all’argomento rifiuti, con personaggi premi Nobel come Ercolini per l’ambiente, o Enzo Favoino promotore dei Rifiuti Zero, ci sentiamo veramente amareggiati di quanto accaduto pur sapendo visto le lungaggini burocratiche di non poterci sottrarre ormai a tale sanzione”.

“La ditta che attualmente si occupa di rifiuti ad Andora da anni tacitamente ha il contratto rinnovato, ed è del tutto inutile continuare a mettere bidoni colorati per dividere la pattumiera se poi viene portata alla discarica con un costo di oltre 200 euro a tonnellata più i costi di trasporto visto che si trova ad Alessandria. E’ una divisione solo educativa ma fittizia in quanto nella nostra città ancora in realtà non esiste un bando di raccolta porta a porta a tariffa puntuale che porterebbe vantaggio agli utenti di sconti in bolletta oltre che un beneficio per l’ambiente considerando i rifiuti non come tali, ma come una risorsa che porterebbe occupazione con il riciclaggio delle varie materie creando un introito e con quest’ultimo pagare gli stipendi agli operatori che se ne occupano quindi organizzando un’economia circolare” aggiunge ancora il Meetup andorese.

“Dopo tutto il nostro lavoro ci sentiamo presi in giro, specialmente dopo la riunione d’ambito Territoriale dianese-andorese del 14 luglio scorso in presenza dei sindaci dei 12 Comuni con capofila Andora per approvare il progetto definitivo dato in appalto al nostro Comune che è stato un nulla di fatto, a quanto pare perché ad alcuni Comuni non è pervenuta tutta la documentazione necessaria per tempo facendo così slittare la decisione a metà agosto. Tale ritardo potrebbe indurre alcuni Comuni a optare per soluzioni diverse. Il sindaco di Diano Marina vorrebbe attuare un appalto europeo di 8/9 milioni di euro in accordo con gli altri 12 Comuni, ma non tiene conto che tali appalti richiedono anche oltre 18 mesi di lungaggini burocratiche che porterebbe il tutto al 2020 termine ultimo indicato dalla provincia per la gestione unitaria, e vorrebbe sganciarsi da essa per fare una società in house”.

“Sembra evidente che l’impegno del nostro sindaco Mauro Demichelis per fare uno studio di fattibilità, dopo aver partecipato agli incontri con Enzo Favoino a Garlenda, rischi di non realizzarsi e che non ci sia la volontà degli altri Comuni di prendere in considerazione le proposte costruttive che il nostro gruppo presenta da anni”.

“Gli interessi che vediamo di alcuni sono solo quelli di continuare a foraggiare con i nostri soldi le discariche con tutto quello che è attorno ad esse e che non stiamo qui a commentare perché argomento troppo noto purtroppo. Continueremo a vigilare su questa situazione ormai inaccettabile, ricordiamo che la Liguria è una delle Regioni con la percentuale più bassa d’Italia, lavoreremo ancora con i nostri portavoce in Regione con cui abbiamo un filo diretto e non ci fermeremo sperando che alla riunione di metà agosto i sindaci decidano in coscienza per il rispetto dell’ambiente, delle tasche dei cittadini, e soprattutto dimostrando un senso di civiltà a confronto con gli altri paesi che invece sull’argomento rifiuti vantano una virtuosità” conclude il Meetup Andora in Movimento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.