IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione, firmato un protocollo d’intesa con l’Alleanza delle Cooperative Italiane

Tra i punti: attenzione a responsabilità d’impresa e cultura della legalità, promozione dell’adesione al registro dei datori socialmente responsabili

Regione. Attenzione alla responsabilità d’impresa, alla cultura della legalità, promozione dell’adesione al registro dei datori socialmente responsabili e diffusione delle buone pratiche aziendali.

Sono i cardini del protocollo d’intesa tra Regione Liguria e Alleanza delle Cooperative italiane, siglato oggi dall’assessore regionale alle politiche attive del lavoro Gianni Berrino e dal presidente dell’Aci (Alleanza delle Cooperative Italiane) Gianluigi Granero.

“Siamo la prima Regione – ha commentato l’assessore Berrino – a sottoscrivere l’intesa con Aci. Con questo protocollo, vogliamo promuovere la cultura della legalità e della responsabilità sociale d’impresa nel mondo delle cooperative, a tutela dei lavoratori e del sistema economico del territorio. Riteniamo che, da un confronto costante sul tema della legalità con i rappresentanti del mondo delle cooperative, si possano prevenire eventuali infiltrazioni della criminalità organizzata nella cooperazione, come purtroppo abbiamo visto verificarsi in altre parti del Paese. Contrastare, fin dalla radice, la possibile nascita di ‘false cooperative’ significa tutelare l’intero sistema economico del territorio, mettendolo al riparo da concorrenza sleale che inquina l’imprenditoria e che ha conseguenze negative anche sull’occupazione”.

Secondo Aci, si tratta di “un accordo che mette a sistema gli obiettivi del registro datori socialmente responsabili della Regione Liguria e il brand di qualità cooperativa sviluppato dall’Alleanza delle Cooperative in Liguria”.

“Un protocollo di intesa che conferma la collaborazione costante con la Regione Liguria in questi ambiti: sviluppare la responsabilità sociale e difendere la legalità significa alimentare una concorrenza corretta sul mercato e difendere le imprese e i loro lavoratori – spiega il presidente dell’Alleanza delle Cooperative in Liguria, Gianluigi Granero – Un accordo che si inserisce in un percorso che abbiamo avviato da tempo: prima con la raccolta di firme contro le false cooperative realizzando un’azione di contrasto verso forme illegali di impresa; ora con questo protocollo che rappresenta un’azione propositiva di certificazione di elementi di responsabilità sociale che ci auguriamo possano essere riconosciuti dagli enti appaltanti”.

Tra le iniziative previste dal protocollo anche il monitoraggio della corretta applicazione della normativa in materia di lavoro da parte delle cooperative liguri per contrastare i fenomeni di mancato pagamento dei contributi ai soci-lavoratori. In base al protocollo, inoltre, viene prevista la diffusione del progetto pilota, attivato in provincia di Savona da Aci, sul brand di “Qualità cooperativa” per la tutela della legalità e concorrenza leale, con sistemi premianti per le imprese aderenti nell’esecuzione dell’affidamento, promozione dell’inserimento lavorativo e sociale delle persone svantaggiate.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.