IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Piaggio Aerospace, incontro all’Unione Industriali. Rsu: “Auspichiamo certezze dal piano industriale”

"Puntiamo al reintegro dei lavoratori in cassa integrazione e allo sviluppo strategico dell'azienda"

Villanova d’Albenga. La situazione di stand by sulla vertenza della Piaggio Aerospace, dopo mesi di incontri e trattative, potrebbe avere finalmente una prima svolta con la convocazione di un incontro presso l’Unione Industriali di Savona il prossimo 24 luglio, alle ore 15:00.

“In azienda proseguono settimanalmente da oltre un anno – ogni giovedì – gli incontri tra i delegati sindacali ed il management per monitorare la situazione, l’organizzazione, l’alimentazione delle linee e tutto quello che in una fase di transizione necessita di confronto – ricorda il delegato Rsu della Fiom-Cgil Paola Boetto -. Non sono state smontante macchine a controllo né quindi dislocate altrove. L’insistenza dei delegati sindacali è in primis sempre mirata al reintegro delle maestranze in cassa integrazione, laddove necessario”.

“Tutto questo per costruire una soluzione per tutti i lavoratori con riferimento al piano 2014-2018 sottoscritto in sede governativa ed approvato da oltre il 90% dei lavoratori (per quanto riguarda l’ex stabilimento di Finale Ligure). L’azienda Piaggio è strategica per il Paese per quanto sa progettare, costruire e revisionare sia in campo velivoli che motori ma soprattutto l’esperienza dei lavoratori e l’innovazione tecnologica supportata dagli investimenti della Proprietà sono la ricchezza e la base per il futuro” aggiunge la delegata sindacale.

“Certo i lavoratori vorrebbero più velocità nelle decisioni da parte dell’azienda e del governo: però il cambio di strategia determinato anche dai loro scioperi dello scorso anno, anche se effettuati nella campagna di Villanova, hanno determinato un incontro in sede di Presidenza del Consiglio che ha cambiato la strategia manageriale con la ripresa delle attività sulla linea P180 civile e sui motori. Non siamo ancora soddisfatti, avremmo voluto che l’investimento legato al trasferimento ci avesse portato da subito stabilità organizzativa e di prospettive, e quindi insisteremo in tutte le sedi perché non si sprechino opportunità e non si corrano nuovi pericoli” conclude Paola Boetto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.