IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Numerosi rapaci caduti dai nidi recuperati da Enpa: “Impegno molto gravoso, ci serve aiuto” foto

"I costi per il recupero e le cure sono esborso impossibile da sostenere per un’associazione privata che non ha contributi statali"

Savona. Sono diversi i piccoli uccelli rapaci caduti dai nidi e recuperati in questi giorni dai volontari della Protezione Animali savonese, che in questo periodo sono “sempre soli ma impegnati in 15-20 soccorsi al giorno di animali selvatici feriti o in difficoltà in ogni parte della provincia”.

Negli ultimi giorni gli animalisti hanno soccorso pulli di civetta ad Albenga, Alassio, Gorra di Finale, Cairo e Cadibona, un assiolo ad Altare ed una poiana a Cengio: “Nell’impossibilità di trovare il nido da cui erano caduti, i giovanissimi sono ora ricoverati ed alimentati artificialmente dai volontari nella sede dell’Enpa di Savona, in attesa di trasferirne alcuni al centro di recupero dei selvatici di Bernezzo (CN), con cui la sezione è collegata”.

“I soccorsi, già numerosi nel periodo invernale, si moltiplicano in primavera-estate, quasi 700 da metà maggio ad oggi; ma oltre al gravoso impegno di curarli ed alimentari (alcuni, come merli, rondoni, passeri e gazze fino a dieci volte al giorno) nei reparti di cura, per andarli a recuperare i volontari hanno percorso nel solo mese di giugno 11 mila chilometri, con una spesa di solo carburante di mille e 200 euro, un esborso impossibile da sostenere per un’associazione privata che non ha contributi statali (e le offerte sono davvero rare)”.

I volontari lanciano un appello a chi telefona per segnalare un selvatico ferito o in difficoltà: “Le spese ed il tempo impiegati per venirlo a prendere ci stanno devastando (soprattutto nel finalese ed in Valle Bormida) e quindi per favore portateceli, perché veramente pochi finora lo fanno. Servono inoltre volenterosi che partecipino ai turni nei reparti di cura ed al trasporto degli animali da Albenga, Loano, Finale e Cairo a Savona, per amare concretamente gli animali e non solo sui social”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.