IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Norme Minniti, ad Andora no a vetro e lattine durante gli eventi nelle aree pubbliche

Il sindaco Mauro Demichelis ha firmato un'ordinanza in ottemperanza alle nuove disposizioni in materia di sicurezza

Andora. Niente vetro, ceramica, porcellana o lattine per i contenitori delle bibite e degli alimenti consumati nel corso degli eventi organizzati sulle aree pubbliche del comune di Andora. E’ quanto prevede l’ordinanza firmata dal sindaco Mauro Demichelis in ottemperanza alle nuove disposizioni in materia di sicurezza volute dal Ministro dell’Interno Marco Minniti, i cui effetti dureranno fino al 30 settembre 2017.

“Nulla cambia per gli esercenti di bar, ristoranti, chioschi e attività similari che potranno tranquillamente servire gli alimenti nei contenitori tradizionali e originali all’interno dei locali e nei dehors, salvo che il cliente li voglia portare fuori dall’esercizio. In quel caso, infatti, l’alimento dovrà essere versato in un contenitore a perdere, di plastica o carta. Gli esercizi commerciali del settore alimentare e coloro che hanno distributori automatici di bevande, potranno continuare a somministrare le bibite nel vetro, similari o in lattina, ma dovranno informare il cliente del divieto di consumo per la strada nel corso degli eventi, attraverso l’esposizione di un cartello” spiegano dal Comune.

Infatti, per informare turisti e residenti sul corretto comportamento da attuare nelle aree pubbliche, il Comune avvierà una campagna informativa, distribuendo un cartello con la sintesi dei contenuti dell’ordinanza che gli esercizi commerciali, avranno l’obbligo di esporre in modo da rendere noto ai clienti le nuove regole sul consumo. Nel corso degli eventi organizzati nelle aree pubbliche e aperti al pubblico, l’ordinanza prevede l’assoluto divieto di consumare bevande e alimenti in contenitori di vetro, ceramica, porcellana o in lattina.

“Le nuove norme in tema di sicurezza nei luoghi pubblici, conseguenti ai fatti avvenuti a Torino, andranno a modificare in parte le abitudini di turisti e residenti che siamo certi comprenderanno la nostra volontà di arrecare meno disagio possibile nel rispetto della legge – ha spiegato il sindaco Mauro Demichelis – Le associazioni che organizzano eventi sono state informate della necessità di servire le bevande e gli alimenti in contenitori di plastica o carta, secondo le nuove disposizioni nazionali, cosa che già avveniva nella maggior parte dei casi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.