IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Mallare, sessanta residenti della frazione di Montefreddo a rischio isolamento si rivolgono al Prefetto fotogallery

Tre pericolosi smottamenti ancora da sistemare potrebbero causare l'interruzione della viabilità

Più informazioni su

Mallare. Gli abitanti di Montefreddo sul piede di guerra per le pessime condizioni della strada che collega la frazione al resto del paese. Dopo l’alluvione dello scorso 24 novembre, lungo il tratto impervio di circa due chilometri, si sono registrate tre frane che, ad oggi, causano restringimenti alla carreggiata, ma soprattutto, in caso di gelo e neve, mettono seriamente a rischio l’incolumità di chi transita con le auto.

Sono in tutto una sessantina, circa, i residenti della frazione mallarese che lamentano di non essere considerati da chi, in questi mesi estivi, avrebbe dovuto mettere in sicurezza la strada, primo fra tutti il Comune. A farsi portavoce delle preoccupazioni dei cittadini interessati è il capogruppo di minoranza, Flavio Astesiano, che sottolinea come dall’amministrazione guidata dal sindaco Piero Giribone non si sia ottenuta alcuna rassicurazione, tantomeno ci sia un iter predisposto nelle settimane future, prima che arrivi l’inverno, per risolvere una situazione che potrebbe portare all’isolamento di numerose famiglie.

“Nel Consiglio comunale della settimana scorsa è stato inserito all’ordine del giorno l’argomento in questione, richiesto dal mio gruppo – spiega Astesiano – Nonostante la folta presenza di abitanti della frazione di Montefreddo le risposte sono state deludenti, ovvero che mancano i soldi, che la Regione non è ancora intervenuta, e che, nonostante ci sia il divieto di transito ai mezzi superiori ai 35 quintali di stazza è concessa una deroga per lo scuolabus e il camion che ritira i rifiuti. Le cunette sono invase da rovi e arbusti, non esiste alcun monitoraggio sulle frane, due delle quali coperte da un telo per impedire che, in caso di forti precipitazioni, il terreno non si impregni troppo. I residenti hanno presentato una petizione, che è stata anche inviata al Prefetto, ed ora chiedono che ci sia un sopralluogo da parte dei tecnici della prefettura. Una situazione davvero preoccupante, che mette a rischio l’intera borgata”.

Per raggiungere Montefreddo ci sarebbe una strada alternativa, detta dei Girini, che passa tra i boschi e per arginare le frane occorrerebbe asfaltarla per circa un chilometro e mezzo. Non solo, si può salire alla frazione anche passando da Pallare, ma il tratto, meno utilizzato, è anch’esso dissestato e necessiterebbe di una manutenzione straordinaria. Il timore maggiore è quello di ulteriori cedimenti del terreno in prossimità delle frane, in quel caso non potrebbe più transitare alcun mezzo, “nemmeno un’ambulanza”, sottolineano i residenti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.