IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Luca De Michelis nuovo presidente di Confagricoltura: “IGP per aromatiche e fiori recisi” foto

"Avviare le procedure per il riconoscimento della Dop e dell'Igp per piante aromatiche e fiori recisi per i quali la Liguria ha fatto veramente la storia"

Liguria. “Avviare le procedure per il riconoscimento della Dop e dell’Igp per piante aromatiche e fiori recisi per i quali la Liguria ha fatto veramente la storia”. Luca De Michelis, nuovo presidente di Confagricoltura Liguria, associazione che conta 1500 imprese sul territorio, è stato eletto con voto unanime dall’assemblea delegati, ha le idee molto chiare su quanto deve essere fatto per far crescere il comparto.

Luca De michelis

Il nuovo presidente, 49 anni, laurea in agraria e azienda florovivaistica ad Albenga, punta infatti alla crescita dei prodotti di eccellenza del nostro territorio. “Dove abbiamo riconoscimenti europei, come la Dop per il basilico – spiega – l’agricoltura funziona al meglio. Abbiamo bisogno di ampliare le certificazioni comunitarie, come la Dop e l’Igp specialmente su piante aromatiche e fiori recisi. Voglio ricordare che su questi abbiamo fatto la storia è che prima dell’Unità d’Italia è nata la floricoltura ligure”.

Il neopresidente, però, ricorda anche le altre battaglie da fare a tutela del comparto, a partire dai piani urbanistici. “Vogliamo difendere il territorio perché, purtroppo, quando si parla di edificazione si va sempre a prendere i terreni più belli, quelli dove per noi è più facile coltivare e dove possibile meccanizzare e quindi avere una floricoltura e una produzione agricola che ci può dare reddito. Chiediamo quindi una politica più attenta alle esigenze degli agricoltori.”.

E poi una grande attenzione alle nuove generazioni che riscoprono la passione per questo mondo. “Io vengo da una famiglia di non agricoltori – spiega – e penso che per molti ragazzi ci sia la voglia di fare come me e di tornare alle origini”.

confagricoltura

Alla vice presidenza sono stati eletti: Sandra Santamaria, presidente di Confagricoltura Imperia, Enrico Noberini, presidente di Confagricoltura Genova e Carmelo Pangallo, presidente di Confagricoltura La Spezia.

Non sono mancati, nel discorso di insediamento, i riferimenti alla siccità che qui come altrove, ha precisato Luca De MIchelis “sta gravemente colpendo vitivinicoltura e olivicoltura. Molto deve essere fatto – ha continuato – per un migliore utilizzo delle acque – se si pensa che solo il 17 % di quelle piovane riesce ad essere riutilizzato in agricoltura”.

Chiaro anche il connubio territorio – prodotti – turismo, laddove, secondo De Michelis “occorre ‘sfruttare’ al meglio il veicolo dell’agriturismo come volano per l’intero comparto anche ricettivo – turistico”.

Infine un accenno alle problematiche sull’attuazione ed i ritardi del Piano di Sviluppo Rurale per il quale Confagricoltura Liguria intende “marcare” stretto i vari attori che stanno cagionando un ritardo ormai non più accettabile arrecando gravi danni alle aziende che investono in innovazione di prodotto e di processo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.