IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Loano, caos a Borgo Castello: “Mastelli della differenziata rubati e lanciati nel Nimbalto”

Altri sono stati scagliati nei giardini delle case vicine e ciò ha creato non pochi disagi ai residenti

Più informazioni su

Loano. Mastelli per la differenziata rubati e lanciati nei giardini delle case vicine o, addirittura nel letto del torrente in secca e una vera e propria caccia al tesoro per ritrovare quanto sparito. E’ questa la situazione in cui si sono ritrovati ieri sera e stamattina gli abitanti della zona compresa tra via Pollupice e via dei Fei, di fronte a Borgo Castello a Loano.

“Poco dopo mezzanotte – spiegano i residenti – abbiamo sentito dei rumori molto forti a pochi passi dalle nostre abitazioni. Siamo usciti per controllare cosa stesse succedendo e nel nostro giardino abbiamo ritrovato un mastello (non di nostra proprietà) per la raccolta differenziata domiciliare, che qualcuno si è preso la briga di lanciare contro la nostra abitazione. Il nostro mastello, che era appeso al cancello di casa, è stato rimosso e lanciato direttamente nel letto del Nimbalto. Questa mattina alcune persone giravano nella via alla ricerca dei loro mastelli. Le abitazioni coinvolte sono state numerose”.

Secondo i lettori di IVG.it che hanno segnalato l’episodio “si tratta sicuramente di una bravata e sicuramente esistono eventi di maggiore gravità ma questa non è la prima volta che accadono cose del genere. Queste, tra l’altro, si aggiungono ad un contesto sicuramente più complicato: parcheggi selvaggi durante l’estate in una strada che consente a malapena il passaggio delle auto (praticamente dobbiamo sperare di non aver mai bisogno di un ambulanza nel periodo estivo), atti di vandalismo, sporcizia rifiuti lasciati a bordo strada da avventori notturni o direttamente lanciati nel letto del fiume, furti nelle abitazioni e giri che possiamo definire ‘strani’ durante le ore del giorno”.

“La sensazione è che questa zona non essendo centrale sia lasciata a sé stessa con tutto quel che ne consegue”, concludono gli abitanti di Borgo Castello a Loano.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.