IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Laigueglia in Rosa: una gara dedicata alla passione del gentil sesso per la bicicletta

Ancora bici dopo la tradizionale cavalcata d’inizio anno; il 15 ottobre agonismo e relax sulle due ruote andranno a braccetto

Laigueglia. Il GS Alpi finisce dove aveva iniziato. Laigueglia dedica ai cicloamatori di fine febbraio la Granfondo Internazionale Laigueglia, organizzata in provincia di Savona dal GS Alpi. Una divertente sfida tra il mare ligure e le montagne circostanti, con i meravigliosi panorami marittimi lungo la Baia del Sole e le entusiasmanti erte in mezzo agli olivi tra Cisano, Arnasco, Ranzo, Ortovero e Paravenna.

Ma alle donne del pedale Laigueglia ed il GS Alpi hanno fatto un regalo ancora maggiore, dedicando loro la Laigueglia in Rosa di fine stagione, quest’anno di scena domenica 15 ottobre con la seconda edizione. La prima è stata un vero spettacolo con il raggiungimento del centinaio di partecipanti ed ora replicherà sperando di aumentare di anno in anno l’affluenza delle atlete.

Decidere di farsi cronometrare nel corso delle tre salite di gara non è obbligatorio, tuttavia molte cicliste scelgono di farlo, anche per mettersi alla prova. Ligo, Paravenna e Colla Micheri sono le impennate più ambite, con ognuna a poter decidere di entrare a competere in ogni momento, anche a manifestazione in corso, poiché al termine di ogni erta il GS Alpi posizionerà un ristoro ed aspetterà l’arrivo di tutte le atlete, sino all’ultima, prima di ripartire.

Agonismo, cicloturismo, passione, relax, sport: Laigueglia in Rosa è una ricetta vincente, che non esaspera l’intensità ma innalza la bicicletta a mezzo idilliaco per assaporare le bellezze del territorio ed i prodotti locali. Il percorso sarà ancora una volta unico di 71 chilometri e scatterà da corso Badarò, proprio dove ebbe inizio la Granfondo Internazionale. La bicicletta è occasione d’incontro, in questo caso riservato unicamente al parterre femminile, lo spirito è goliardico ma non senza una punta d’agonismo, che non guasta mai.

L’entusiasmo del parterre “rosa” per la bicicletta è in forte espansione. Un movimento ciclistico, quello femminile, che sta crescendo in maniera esponenziale e che sta portando le aziende presenti nel mercato della bicicletta a dedicare appositamente linee di abbigliamento alle concorrenti al femminile.

Realizzare una gara che potesse rappresentarle va dunque di conseguenza, ma il GS Alpi vuole promuovere il benessere fisico più che l’agonismo, oltreché i paesaggi, che nell’entroterra ligure sono spettacolari e rinomati; il tutto in un’atmosfera di relax ed accoglienza.

Laigueglia in Rosa ha una formula vincente e cicloturistica, perché dunque non concedersi una galoppata in compagnia di sole donne?

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.