IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La console sudcoreana Jang Eun Kyoung in visita istituzionale ad Andora fotogallery

Il comune fra quelli italiani inseriti nel progetto "Arte coreana in movimento"

Andora. Visita istituzionale del Consolato Generale della Repubblica di Corea (Corea del Sud) di Milano che ha inserito Andora fra i comuni italiani coinvolti dall’iniziativa “Cultura Coreana in Movimento 2017”. La delegazione guidata da Jang Eun Kyoung, console responsabile per gli Affari Culturali, accompagnata dai funzionari Kim Taewoo e Kim Chanyang, ha inaugurato lunedì sera nel Museo Mineralogico Dabroi la mostra degli artisti “Shin Sang-Won – Kim In-Ok – Choi Vang-Sil – Cultura Coreana in Movimento 2017”, visitabile fino al 31 luglio, con aperture serali speciali dal giovedì alle domenica dalle 19 alle 23.

La console ha visitato i principali monumenti di Andora, la Borgata Castello, la Chiesa dei Santi Giacomo e Filippo e il Borgo di Colla Micheri. “Oltre ad essere conquistata dalle bellezze architettoniche e dai monumenti la console ha dimostrato di apprezzare particolarmente i nostri paesaggi, gli uliveti tipici dell’entroterra e le nostre culture orticole”, ha dichiarato l’assessore comunale alla Cultura Maria Teresa Nasi.

Insomma uno scambio culturale a vari livelli, iniziato con la mostra e un rinfresco che ha proposto una selezione di specialità tipiche della Repubblica di Corea molto gradito dal numeroso pubblico presente.

Non è comunque la prima visita istituzionale realizzata dal Consolato Generale della Repubblica di Corea a Milano. “Il console generale Chang Jae-bok, che ringraziamo sentitamente per aver scelto Andora come sede di questa importante mostra, con tre artisti rappresentativi dell’arte coreana, ha già visitato Andora sia in occasione di una visita istituzionale che di una privata – ha spiegato il sindaco Mauro Demichelis – A lui va la riconoscenza di Andora per quanto fatto per la realizzazione di questo importante evento culturale che si inserisce nell’ambito di un progetto del consolato che contribuisce a far conoscere Andora a livello nazionale e nel mondo dell’arte internazionale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.