IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I “giganti del mare” e lo spettacolo nella Baia del Sole, nuovi avvistamenti davanti a Capo Mele fotogallery

Balene e stenelle, ma anche tartarughe e "uccelli delle tempeste" prediligono il golfo di Laigueglia e Alassio

Laigueglia. Quando il “Mola Mola” allarga la sua rotta a quindici miglia dal promontorio di Capo Mele ecco lo spettacolo della natura davanti agli occhi stupiti dei “whale watchers”. Elena Fontanesi, esperta biologi della cooperativa Costa Balenae di Imperia si affretta a spiegare agli escursionisti salpati dal porto di Alassio che nel Santuario dei Cetacei vige una regola e che quella deve essere sempre rispettata: “Gli animali possono essere fotografati, ma non devono essere in alcun modo disturbati. Saranno loro a far vivere esperienze ed emozioni indimenticabili”.

La pazienza e l’osservazione continua, anche in questa uscita in mare, viene premiata. Ben due gruppi di stenelle striate di una cinquantina di individui si presentano davanti alle macchine fotografiche.
Ma la sorpresa piú bella l’ha riservata, sicuramente, un grosso esemplare adulto di balenottera comune di oltre venti metri di lunghezza. “Decisamente molto curiosa e per nulla impaurita che si è avvicinata per ben due volte alla nostra imbarcazione a motore fermo – spiega Elena Fontanesi – Rispettando il codice di condotta di approccio ai cetacei adottato nel Santuario Pelagos, si cerca sempre di ridurre al massimo il disturbo arrecato a questi grandi abitanti del nostro mare che sono quindi liberi di avvicinarsi spontaneamente ai natanti“.

Da questo ennesimo viaggio alla scoperta dei giganti del mare arriva una conferma: tra le culle ideali dei mammiferi che vengono osservati e studiati nel Santuario dei Cetacei vi sono il promontorio di Capo Mele e il resto della Baia del Sole fin oltre l’isola Gallinara. Qui vivono stenelle, capodogli, balenottere e anche tartarughe Caretta caretta. Avvistati anche un uccello delle tempeste e alcune berte maggiori e minori.

Ed è attorno all’isolotto, in una delle attivitá di snorkeling e quindi di ricerca della fauna e flora marina, che è stata segnalata la presenza di diversi tipi di pesci anche di grossa taglia. Solo il mese scorso i biologi di Costa Balenae avevano anche fotografato delle sule, uccelli marini che raramente si presentano insieme davanti alle coste del mar Ligure diventato anche per loro un importante habitat naturale dove vivere e riprodursi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.