IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Donna investita a Ceriale sulle strisce davanti alla farmacia, Giordano e Meetup furiosi: “Si faccia qualcosa”

La critica è chiara: "Quel punto è troppo pericoloso, l'ennesimo incidente lo dimostra. Si riapra il sottopasso o si metta un semaforo"

Ceriale. Una donna è stata investita ieri sera qualche minuto prima delle 21.30 a Ceriale, sulle strisce pedonali tra il Bar Planet e la farmacia Nan, appena prima della rotatoria di San Andrea Rocco.

Fortunatamente nell’impatto la donna non ha riportato ferite gravi. Subito soccorsa da un’ambulanza della Croce Rossa di Ceriale, è stata trasportata in codice giallo all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure.

Quel punto non è nuovo purtroppo ad episodi simili, e l’ennesimo incidente ha scatenato immediatamente la reazione delle minoranze. “È semplicemente vergognoso che dopo gli innumerevoli incidenti su quelle ormai note e tristi strisce l’amministrazione non provveda accorrere ai ripari mettendo in maggior sicurezza i pedoni – tuona Luigi Giordano – La causa principale è, lo sostengo con forza, la chiusura del sottopassaggio di via Fontana: da quando è stato chiuso non si contano più gli incidenti sulle strisce della via Aurelia. È pur vero che i rii non possono essere passaggi pedonali come sostiene la politica del sindaco, ma allora vada a chiudere anche il Rio Torsero e chiedano anche tutti i sottopassi degli altri paesi che si trovano nella stessa situazione”.

“A peggiorare le cose anche la fuga dell’auto incriminata che è scappata senza prestare soccorso – rivela Giordano – La polizia municipale in queste sere non è presente per problemi legati al numero di vigili insufficienti e per una cattiva politica programmatica. È assurdo che un paese turistico come il nostro debba avere queste mancanze. Alla sera non abbiamo nessuna pattuglia… e questi sono i risultati”.

Critiche simili arrivano anche dal Meetup Ceriale in MoVimento. “Quel punto è diventato pericolosissimo dopo la chiusura del sottopasso Rio Fontana ed avendo modificato la viabilità con le rotonde – ribadiscono – Da mesi ormai non è neanche più funzionante l’illuminazione lampeggiante sul cartello sospeso che indica il passaggio pedonale. Tranne dal semaforo dopo il Bar Sati non c’è più un passaggio pedonale regolato da impianto semaforico e la chiusura dell’unico sottopasso della zona fa sì che quel punto sia diventato cruciale per l’attraverso di pedoni da e per il lungomare. Inoltre lo svincolo di Via Roma si immette sull’Aurelia pericolosamente a pochissimi metri dalle strisce pedonali”.

“Il problema è serio e va affrontato subito valutando tutte le possibili opzioni – sostengono dal Meetup – riaprire il sottopasso di Rio Fontana, creare un sovrappasso, spostare le strisce pedonali e renderle più visibili di giorno e di notte colorandone il sottofondo (rosso o azzurro) come in altre località e ripristinando il lampeggiante per indicarne la presenza! Va ridotto il rischio senza indugio, non è possibile continuare a rischiare la vita di turisti e residenti. Ormai un intervento deve essere fatto, altrimenti ci riserveremo di allertare prefetto e tutti gli organi competenti riguardo la pericolosità di questo tratto di Aurelia”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.