IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Differenziata, ennesima interrogazione di LoaNoi: “Un anno col nuovo sistema e ancora regna il caos”

"Chiediamo risposte puntuali in forma scritta sulle criticità che riguardano il servizio"

Loano. Ennesima, nuova interrogazione della lista civica di minoranza LoaNoi alla maggioranza del sindaco Luigi Pignocca a tema raccolta differenziata.

“Troviamo incredibile che ad un anno di distanza dall’avvio delle nuove modalità regni ancora la medesima confusione – dicono Paolo Gervasi, Patrizia Mel e Daniele Oliva – Chiediamo risposte puntuali in forma scritta sulle criticità che abbiamo evidenziato. Ci chiediamo per quale motivo, a distanza di un anno dalla deliberazione consiliare del regolamento rifiuti, non sia stata ancora emessa apposita ordinanza sindacale recante orari e modalità di conferimento/esposizione delle varie tipologie di rifiuti, relativamente alle utenze domestiche. Vorremmo che l’amministrazione ci dicesse quando questa verrà emessa”.

“Vorremmo sapere se sono state fatte modifiche agli orari di esposizione delle varie frazioni, relativamente alle utenze non domestiche, stante le segnalazioni, da noi ricevute, le quali prevederebbero indicazione di esposizione alla sera, dopo la chiusura delle attività commerciali. E poi ci chiediamo p)Perché il calendario di esposizione per le utenze non domestiche scaricabile dal sito internet comunale e consegnato agli esercizi commerciali, non corrisponda a quanto previsto dall’ordinanza numero 44 del 22 settembre 2016, relativamente alla frazione indifferenziata dove viene indicato la stessa frequenza di esposizione per tutte le utenze, diversamente da quanto riportato dal predetto calendario”.

Ancora: “Ci chiediamo se esiste un piano di lavoro di Stirano che preveda la progressiva chiusura (con lucchetti o altro mezzo idoneo) dei cassonetti condominiali accessibili dall’utenza non ivi residente, stante i numerosi contenitori ancora sprovvisti sia di tale dotazione che di cartelli identificativi recanti il condominio a cui essi si riferiscono. E se il sistema transponder (comprese le antenne in dotazione ai mezzi) è attualmente funzionante, ovvero, se a richiesta, è possibile conoscere l’avvenuto svuotamento di determinati contenitori assegnati all’utenza”.

Infine, i consiglieri di minoranza vogliono sapere “per quale motivo, vengono saltuariamente utilizzati mezzi non elettrici sulla passeggiata a mare e nel centro storico, potenzialmente arrecando danno alla pavimentazione e mettendo a repentaglio l’incolumità dei passanti, soprattutto nel carrugio” e “il numero dei condomini che necessitano la movimentazione dei cassonetti dalle aree private”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.