IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ceriale, ecco cosa farei da sindaco…

Più informazioni su

Ceriale. Nel mezzo della mia vita politica cerialese, il tema che più volte mi sono posto, come dimostra la mia giornata da consigliere comunale: se fossi candidato sindaco, quali sarebbero le cose da fare e cosa farei per i cittadini? Sono certo che bisogna lasciare un foglio bianco su un cavalletto e scrivere tutti i giorni, il bene dei propri cittadini e con spirito di umiltà e servizio entrare nello spirito della gente che incarnano i valori del territorio: credere nell’accoglienza e nello stesso tempo domandarci perché una così vasta platea di italiani ricorre ai servizi sociali, quando lo stato accoglie una marea di profughi pagando profumatamente cooperative o privati con spiccati interessi economici, lasciando in grave povertà gli altri.

Inoltre difenderei con grande passione l’acqua e l’ambiente che non sono né di destra né di sinistra, perché lo sviluppo passa attraverso le cose condivise, dal bilancio alle opere più importanti, i cittadini devono poter scegliere attraverso lo strumento del referendum.

Le problematiche di Ceriale da tempo trascurate vanno affrontate a viso aperto: dalla raccolta porta a porta ai rifiuti abbandonati lungo tutta la periferia, al recupero e alla vendita di immobili che non hanno più la dinamicità di un tempo, vedi scuole di Muragne e lo stesso ufficio tecnico andando a valorizzare ristrutturando quello che erano le scuole elementari di via Roma. Imporre al proprietari dell’ex palazzo Pesce di intervenire immediatamente ristrutturando sul posto l’attuale topaia. Lo stesso discorso vale per l’ex hotel Torelli.

Inoltre scriverei tutti i giorni a questo fantasma di curatore fallimentare della T1 affinché si provveda immediatamente alla bonifica della zona, un’amministrazione non può permettere ancora che questo scempio di palazzi sia una latrina per topi e di gente ignota. Cercherei nella condivisione del mondo contadino di fare emergere quella vera cultura contadina di paese, che in fondo è da traino all’economia di Ceriale valorizzando al massimo con dimostrazioni sul posto e sul web la vera cultura agricola con la tradizione di un tempo, riconoscendo alla nostra frazione, Peagna, il proprio percorso di individuazione già rimarcato dal Proff. Gallea con la storia di Anthia. Ci sono molte altre cose da fare che adesso tralascio per parlarne in seguito, ma una cosa è certa: un sindaco deve svolgere il proprio mandato con spirito di servizio e ascoltare i cittadini e agendo costantemente per il bene di tutti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.