IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ceriale, bagarre sulle tariffe della spiaggia attrezzata. Giordano: “Serve massima trasparenza”

Prezzi applicati a turisti e residenti non conformi al bando di gara

Ceriale. “Stamane in veste di consigliere comunale, ho fatto visita alla spiaggia libera attrezzata di Ceriale perché ho avuto segnalazione sulle tariffe giornaliere applicate. La segnalazione consisteva in un rapporto prezzi imposti da contratto con il comune, è prezzi applicati dalla cooperativa Arcadia. In effetti le tariffe applicate ai turisti e ai residenti non erano conformi all’offerta fatta dalla stessa cooperativa al momento della gara d’appalto”. La denuncia arriva dal consigliere comunale di minoranza Luigi Giordano, che chiede massima trasparenza rispetto ai prezzi stabiliti dal bando di gara del Comune.

“Ho subito notato l’evanescente chiarezza dei cartelli esposti. Allora mi sono rivolto alla polizia municipale che gli ha subito applicato la sanzione prevista dalla legge con l’obbligo di rendere chiaro e trasparente la lettura dei cartelli con la tariffa. Il tutto sarà spedito anche al responsabile del demanio che dovrà provvedere e stabilire se possono esserci altre infrazioni al bando di gara, che si era aperto molto tardi, 8 giugno” aggiunge l’esponente della minoranza cerialese.

“Bisogna garantire la massima trasparenza ai turisti e ai residenti. La vigilanza è la migliore arma che i cittadini possono avere per far funzionare civilmente un paese. Se la cooperativa vuole applicare tariffe da spiaggia privata, si compri una spiaggia e può fare i prezzi che vuole. Bisogna andare, in questi periodi di grave crisi economica incontro alla gente, le spiagge libere attrezzate sono state fatte con lo spirito di andare incontro alla persone che non possono avere grandi disponibilità economica”.

“Turisti e residenti devono essere tutelati. Mi sembra strano che devo essere proprio io a fare questi controlli, gli uffici, gli assessori dove sono? Se non facciamo gli interessi dell’ente pubblico e della gente, cosa ci facciamo? La settimana prossima mi sincerero’ che tutto sia andato Nella direzione giusta, se ciò non fosse mi rivolgerò’ alla Capitaneria di porto” conclude Giordano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.