IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cassonetti di Loano usati ad Alba, LoaNoi promuove una “marcia per liberarli dai tiranni delle langhe”

A spiegare come si sia originato il curioso caso è l'assessore Manuela Zunino: "Un semplice errore"

Loano. Una “marcia su Alba per liberare i nostri cassonetti dai tiranni delle Langhe”. E’ quella che hanno ironicamente intenzione di organizzare gli esponenti della lista civica di minoranza di LoaNoi Paolo Gervasi, Patrizia Mel e Daniele Oliva.

Tutto nasce da una curiosa foto scattata da qualche ignoto in trasferta nella città piemontese e che mostra alcuni bidoni gialli per la raccolta di plastica e lattine su cui è ben distinguibile la scritta “Comune di Loano”. Dalla foto si nota che i bidoni si trovano in una piazza in cui sono stati allestiti alcuni gazebo, probabilmente nell’ambito di una fiera o di una manifestazione simile.

Non appena sono venuti a conoscenza dell’episodio, il capogruppo Gervasi e i suoi hanno subito deciso di organizzare l’ironica “marcia di liberazione” dei bidoni.

“E che non si dica che Loano non fa promozione al di fuori della Liguria – scrive sarcasticamente Gervasi sul gruppo Facebook di Loano Caput Mundi – Lo fa attraverso una delle sue eccellenze: la raccolta differenziata con cassonetti in trasferta ad Alba (ma anche a Farigliano, come candidamente dichiarato circa 20 giorni da due operai piemontesi della Stirano in trasferta a Loano nel mentre stavano caricando due autocarri di cassonetti griffati Comune di Loano)”.

Ovviamente, si tratta di un nuovo ed alternativo modo per sensibilizzare l’amministrazione comunale circa le tante, troppo lacune che, secondo LoaNoi, affliggerebbe il nuovo sistema di raccolta differenziata entrato in funzione lo scorso anno e gestito dalla ditta Stirano.

Al di là di questi aspetti, resta da capire come i contenitori loanesi siano finiti ad Alba. A spiegarlo è l’assessore all’ambiente Manuela Zunino: “Il nostro Punto Eco è piuttosto congestionato, con tanti bidoni ancora da piazzare sul territorio o anche in esubero. Perciò una parte dei contenitori è stata trasferita all’altro magazzino di Stirano nei pressi di Alba”.

“Nei giorni passati in città c’è stata una grossa manifestazione, perciò c’è stato bisogno di collocare un centinaio di bidoni aggiuntivi. I contenitori di Alba sono uguali a quelli di Loano e perciò portandoli alla fiera impilati uno dentro l’altro è accaduto che nel mucchio ne siano finiti un paio del nostro comune. Certo, chi li ha posizionati in strada ed eventualmente ha notato la scritta ‘Comune di Loano’ è stato negligente e non li ha rimossi, ma credo che il problema sia minimo. E’ stato un semplice errore materiale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.