IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Caso Ata, M5S: “Senza piano industriale si annulli commissione”. Debenedetti: “Legato a piano risanamento, presenteremo estratto”

E' sempre bufera su Ata, oggi l'azienda non illustrerà il piano come richiesto dal M5S ma le linee guida alla base dello stesso

Savona. Il M5S chiede la cancellazione della seduta di oggi della Prima Commissione, Andrea Sotgiu la “blinda”, mentre Matteo Debenedetti assicura: “Presenteremo le linee guida”. Non accenna a placarsi la tempesta intorno ad Ata e al suo piano industriale: dopo la richiesta ufficiale del MoVimento 5 Stelle, tre giorni fa, di dimissioni dell’assessore al Bilancio Silvano Montaldo, oggi nel mirino finisce la convocazione della Prima Commissione.

La seduta prevista per oggi alle 15 infatti ha come secondo punto all’ordine del giorno (in pratica unico, visto che il primo punto come da prassi è l’approvazione del verbale della seduta precedente) la “Audizione del Consiglio di Amministrazione, del Direttore Generale e dei consulenti redattori del Piano di risanamento di ATA Spa […] In particolare […] illustrazione del piano industriale (argomento rinviato nel corso della seduta congiunta delle Commissioni Prima e Seconda del 20 giugno 2017)“.

La richiesta di revoca è stata presentata sabato dai quattro consiglieri pentastellati (Salvatore Diaspro, Andrea Delfino, Milena Debenedetti e Manuel Meles) con una nota al presidente della Prima Commissione Andrea Sotgiu. “I sottoscritti consiglieri – spiegano – tramite email indirizzata alla Presidenza del Consiglio in data 13 luglio 2017, hanno richiesto l’invio, con congruo anticipo, del piano industriale e di ogni altra eventuale documentazione che verrà illustrata nel corso della seduta. La società ATA Spa, con nota protocollo 5105 del 14 luglio 2017 a firma dell’amministratore delegato, risponde che il piano industriale non è ancora stato definito nelle sue linee attuative e che la discussione potrà essere affrontata una volta che il piano stesso avrà assunto carattere di ufficialità”.

“Nel caso di specie – sostengono dal M5S – è pacifico che la mancata illustrazione del piano industriale, nel dettaglio, renderebbe del tutto inutile e persino imbarazzante la seduta. Si richiede pertanto la revoca della convocazione della seduta della Prima Commissione per evidente impossibilità da parte della società ATA Spa di procedere all’illustrazione di un piano industriale della cui concretezza, efficacia e persino esistenza nutriamo forti dubbi visto che a sentire l’amministratore delegato non è ancora definito nelle sue linee attuative mentre a sentire l’assessore al bilancio è talmente definito nelle sue linee attuative che non può essere reso pubblico per non inficiarne l’efficacia”.

Una richiesta, quella dei pentastellati, destinata a cadere nel vuoto dato che il presidente della commissione, Sotgiu, ha già fatto sapere che la seduta si terrà regolarmente. Nel frattempo a chiarire le ragioni della mancata presentazione del piano industriale è Matteo Debenedetti, amministratore delegato di Ata: “Il piano industriale è parte integrante del piano di risanamento. Costituisce l’insieme delle azioni necessarie per la continuazione dell’attività aziendale ed è direttamente interconnesso al piano di ristrutturazione del debito”. Il fatto che il secondo sia ancora in allestimento, quindi, renderebbe impossibile illustrare il primo, che va vagliato dall’attentatore del piano di risanamento. “In ogni caso porteremo in commissione un estratto – garantisce Debenedetti – presenteremo le linee guida alla base del piano“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.