IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cairo, i Cobas dichiarano guerra alla musica: “No ai concerti in piazza della Vittoria”, e chiedono di denunciare un Dj

Proseguono le polemiche sui decibel di troppo nelle serate estive

Cairo Montenotte. No ai concerti in centro, no ai decibel di troppo alla sera. La guerra alla musica, scoppiata in Riviera (con la vicenda degli “applausi muti” ad Albissola Marina e le polemiche seguite al primo “Giovedì di Luglio” a Savona) e proseguita in Valbormida (con il locale “diffidato” dalla municipale a Piana Crixia) approda ora a Cairo Montenotte: a lanciarla è Franco Xibilia, portavoce dei Cobas.

“Le proteste continuano, soprattutto dai cittadini che abitano a lato di piazza della Vittoria – racconta – La situazione ha avuto miglioramenti rispetto agli scorsi anni, quando i decibel facevano tremare i vetri delle finestre sino all’una di notte, ma molti cittadini si sono rivolti a Cobas utenti per chiedere i danni. C’è un problema di fondo, al di là di un controllo puntuale sull’amplificazione e sugli orari. Ossia, dove organizzare gli spettacoli musicali a Cairo. Certo non in piazza della Vittoria”.

“Cairo è un comune molto grande, per cui si possono trovare aree lontane dalle abitazioni – è l’idea di Xibilia – come nel passato, quando si utilizzavano zone ben lontane dal centro. Non crediamo che la nuova piazza sia stata creata per fare concerti. Dopodichè i gruppi che si portano la loro amplificazione vanno controllati. Mi pare che questo succeda in tutta la provincia di Savona. L’amplificazione va controllata prima che il concerto inizi. Occorre porre attenzione al fatto che non lontano vi è una casa di riposo, i cui ospiti hanno diritto appunto al riposo, senza dover soffrire per questo”.

Xibilia ha anche scritto al sindaco Paolo Lambertini, alla polizia locale e ai media “per richiedere la denuncia e una adeguata richiesta danni per il sedicente dj che ha continuato a urlare con musica di sottofondo, si fa per dire, almeno sino all’una di notte, approfittando della sagra della Tira, che non si vede cosa possa averci a che fare. Non è il primo anno che Cairo e in particolare gli abitanti della zona adiacente piazza della Vittoria subisce situazioni di questo tipo, che violano il codice penale. Chiediamo, pertanto, a nome di tanti cittadini della zona, una denuncia e una richiesta danni per il reato di disturbo al riposo delle persone. Non crediamo che vi fosse una autorizzazione in questo senso,ai danni dei lavoratori cairesi che il lunedì mattina devono recarsi al lavoro. Pertanto un fatto di questo tipo è veramente grave” conclude.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.