IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Anas ascolta Comune e polizia locale di Bergeggi: asfalto nuovo per lo svincolo “maledetto” foto

In quel tratto di strada si sono già registrati due incidenti mortali e numerosi altri sinistri: da tempo il comandante dei vigili Enrico Canepa segnalava il pericolo

Bergeggi. L’asfalto dello svincolo “maledetto” di Bergeggi verrà rifatto da Anas. Ad annunciarlo è il comandante della polizia di Bergeggi Enrico Canepa che, da anni, anche su indicazione del sindaco Roberto Arboscello, segnalava la situazione di pericolo in quel tratto di strada sollecitando un intervento per renderle la tratta più sicura.

Nel maggio scorso, dopo l’ultimo incidente mortale avvenuto proprio nel punto dove la strada di scorrimento veloce tra Vado Ligure e Bergeggi si inserisce sulla via Aurelia, all’uscita dalla galleria San Nicolò, dal Comune di Bergeggi era stato lanciato un nuovo allarme sulla pericolosità di quel tratto di strada, teatro di troppi incidenti stradali. Ora arriva finalmente una risposta concreta da parte di Anas che ha deciso di rifare l’asfalto.

“Nel frattempo – precisa il comandante Canepa – la Polizia Municipale ha iniziato ad effettuato controlli con rilevatori di velocità proprio per prevenire e sanzionare velocità eccessive che hanno creato molti sinistri stradali”.

L’ultimo incidente mortale in quel punto si era registrato a maggio scorso quando aveva perso la vita un automobilista, ma nel febbraio scorso, sempre in quel tratto, era morto un motociclista travolto da un furgone che aveva sbandato uscendo dalla galleria (qui l’articolo dell’incidente). Qualche giorno prima che si registrasse quella tragedia il comandante della polizia locale di Bergeggi aveva scritto ad Anas proprio per chiedere un intervento: “Avevo mandato una lettera con allegate le statistiche dei numerosi incidenti rilevati, soprattutto nelle giornate di pioggia, in quel punto. Secondo noi c’era un pericolo ed era necessario intervenire per esempio posando dell’asfalto drenante”.

Un allarme al quale Anas, in un primo momento, aveva risposto abbassando il limite di velocità dai 50 ai 30 chilometri orari per i veicoli in uscita dalla galleria San Nicolò, ma senza ritenere necessari altri interventi. Secondo il gestore della strada, infatti, rispettando i limiti non si corre nessun pericolo. Il comandante della polizia municipale e il sindaco di Bergeggi però non era d’accordo e, alla fine, Anas ha ascoltato le loro richieste visto che, a breve, verrà posato un nuovo asfalto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Lele
    Scritto da Lele

    L’asfalto lo possono rifare anche 10 volte , ma se uno non va piano , non cambia nulla