IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga: grande successo della mostra di Lady Be, apertura straordinaria per il Palio dei Rioni

Brindisi con l'artista e presentazione del catalogo con critica di Vittorio Sgarbi

Albenga. Apertura straordinaria della mostra di Lady Be “Volti di Plastica: il mosaico ai giorni nostri” a Palazzo Oddo. A grande richiesta il Comune e l’Associazione Palazzo Oddo, che patrocinano l’evento, hanno deciso di tenere aperta l’esposizione anche questa sera dalle 21 alle 23, in concomitanza con l’importante Palio dei Rioni.

Durante la serata si terrà un brindisi con l’artista e la presentazione della mostra e del catalogo con critica di Vittorio Sgarbi. La mostra, che ha riscosso un enorme interesse di pubblico, è stata inaugurata il 15 luglio .Tra le personalità presenti anche Francesca Giraldi e Roberto Pirino, membri del consiglio d’amministrazione della Fondazione Oddi presieduto da Alessandro Colonna, che hanno osservato con piacere la mostra e seguito il percorso guidato con l’artista e il suo curatore Francesco Saverio Russo.

Tutte le 70 opere, prodotte da Lady Be dal 2010 al 2017, sono state fatte con la tecnica di sua invenzione, che prevede l’assemblaggio di oggetti di plastica di recupero: giocattoli, penne, bottoni, tappi, bigiotteria e altri oggetti che tutti utilizziamo ogni giorno, denominata Mosaico Contemporaneo, Mosaico 2.0 o “mosaico dei giorni nostri”, e la caratteristica è che ogni oggetto utilizzato è del suo colore originale; gli oggetti non vengono mai ridipinti, ma, come in un mosaico antico, vengono usati come tasselli per comporre l’opera.

Diversi critici, studiosi ed esperti d’arte hanno accostato le opere di Lady Be ai più antichi e famosi mosaici della tradizione, per questo è stata scelta la città di Albenga dove, nella nicchia del Battistero di Albenga, è conservato un importantissimo mosaico, databile al VI Secolo e molto ben conservato, un documento di notevole spessore artistico e filosofico in quanto è l’unico conservato nell’Italia settentrionale al di fuori di Ravenna.

Tra le opere in mostra sono state presentate alcune opere di forte impatto che hanno suscitato molto clamore tra il pubblico, sia per il concetto, sia per gli elementi contenuti in esse: è il caso della Marilyn Mouse, Blendman e “Marilyn 05.10.62” opera controversa realizzata per lanciare un messaggio contro il femminicidio.

Lady Be aveva già lavorato sul tema contro la violenza sulle donne realizzando la famosa Barbie con i segni della violenza e la fortunata serie delle Barbie Tumefatte; anch’esse esposte a Palazzo Oddo assieme ai ritratti delle più famose celebrità: Marilyn Monroe, Elvis Presley, i Beatles, Bob Marley, Madonna, Salvator Dalì, Picasso, Frida Kahlo, Mozart, e tanti altri soggetti appartenenti al mondo del cinema, della musica, dell’arte ma anche al mondo dei fumetti e della letteratura. La mostra è stata presentata dal Dott. Francesco Saverio Russo, importante curatore di eventi d’arte che ha al suo attivo eventi internazionali quali la Biennale di Barcellona, la Triennale d’Italia a Verona e la mostra sulla Torre Eiffel a Parigi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.