IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio, schiaffi ad un gruppo di ventenni per rapinarli: restano in carcere

I poliziotti del Commissariato della città del Muretto erano riusciti a bloccare i responsabili, due giovani marocchini: le vittime derubate dei cellulari

Più informazioni su

Alassio. Restano in carcere Omar Takhim, 18 anni, residente provincia Bergamo, e Ayoub Doudi, di 19, domiciliato Torino, i due marocchini che l’altra mattina hanno aggredito e rapinato di due cellulari un gruppetto di ventenni. Lo ha deciso il gip Fiorenza Giorgi che, questa mattina, li ha interrogati in tribunale per la convalida dell’arresto.

Ad arrestare i due stranieri erano stati i poliziotti del Commissariato di Alassio che li avevano intercettati mentre stavano per prendere un autobus. Il movimentato episodio si era verificato mercoledì mattina, intorno alle 6,30, nella zona di via Giancardi, all’angolo con via Vigo, ad Alassio.

Secondo quanto accertato dai poliziotti del Commissariato della città del Muretto, le vittime della rapina, un gruppo di sette amici ventenni, tutti residenti nel torinese (che probabilmente avevano appena concluso la loro serata nei locali della Riviera) era stato avvicinato dai marocchini. A quel punto uno degli stranieri (che erano tre, ma uno era poi riuscito a far perdere le sue tracce) aveva tirato uno schiaffo ad uno dei ventenni italiani e gli aveva preso il cellulare.

In quel momento era nata una colluttazione tra i due gruppi durante la quale i nordafricani erano riusciti a rubare un secondo telefonino per poi scappare. Le vittime della rapina allora avevano chiesto aiuto al 112 che aveva allertato la polizia ed il 118 (due ragazzi erano stati accompagnati al pronto soccorso per lievi escoriazioni). Nel giro di pochi minuti la polizia di Stato era riuscita ad intercettare Takhin e Doudi e ad arrestarli per rapina.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.