IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Al via il 34mo Meeting Internazionale FIAT 500 storiche a Garlenda, attese mille auto da tutto il mondo

Auto da 17 nazioni, cerimonia di laurea a "Mito" e mostre di design

Garlenda. Grandissima attesa per la più grande festa per i 60 anni della mitica 500 a Garlenda con mille auto provenienti da 17 nazioni, la cerimonia di laurea a “Mito”, l’anno zero della biennale POP 500, mostre artistiche e di design, modelli speciali e personalizzati.

Da domani 7 luglio e sino a domenica 9 luglio oltre mille Fiat 500 storiche sono attese per il 34mo Meeting Internazionale. Un appuntamento che coincide con il 60mo compleanno dell’amatissima utilitaria, icona del Made in Italy. La colorata invasione è già iniziata con l’arrivo dei primi equipaggi: come consuetudine, chi viene da più lontano giunge con qualche giorno di anticipo, trasformando la partecipazione all’evento in un’occasione di vacanza. Inoltre nel tardo pomeriggio di oggi è previsto l’Aperimeeting all’Ipercoop di Albenga.

La manifestazione è particolarmente sentita dai cinquecentisti stranieri e trasforma Garlenda nel luogo di incontro privilegiato per i Club di tutto il mondo. Il solo Fiat 500 club ha 21mila soci di cui oltre 1400 iscrittisi dall’estero nel corso degli anni. Scorrendo l’elenco degli iscritti al Meeting, si leggono le sigle di Paesi quali Francia, Belgio, Germania, Ungheria, Svizzera, Danimarca, Finlandia, Olanda, Austria, Spagna, Gran Bretagna, Sudafrica, Australia nonché Lussemburgo, nazione d’onore 2017, il cui Club di cinquecentisti festeggia il ventennale.

Domani il Meeting sarà inaugurato ufficialmente e una delle prime voci del ricco programma è la riapertura del Museo Multimediale della 500 “Dante Giacosa” nella sua veste ampliata. Una nuova sala ospita quattro vetture, tra cui delle “N” (la primissima versione) e una Gamine Vignale, modello speciale che festeggia i 50 anni. La struttura ospita anche la mostra fotografica dedicata a “BeRevolution”, il viaggio dei cugini Luca ed Andrea Bonventre dal Piemonte al Giappone a bordo della 500 “Tarti”. Scopo del viaggio raccogliere i sogni dei bambini delle 14 nazioni attraversate e sostenere l’associazione FORMA dell’ospedale pediatrico Regina Margherita di Torino.

LA FIAT 500 ha raccolto molti significati nel corso della sua storia: è stata la compagna di viaggio degli Italiani, colei che li ha accompagnati nel periodo del “boom economico” e che ha aiutato a realizzare moltissimi sogni: le prime vacanze, l’indipendenza per i giovani, l’accorciarsi delle distanze, l’emancipazione delle donne. Nella sua terza giovinezze è ambasciatrice di una formula di turismo a misura d’uomo.

Nel pomeriggio di venerdì partenza per un breve ma suggestivo tour con destinazione Madonna della Guardia ad Alassio e successivo aperitivo all’Ortofrutticola di Albenga. Ad Alassio si tornerà in tarda serata per un assaggio della movida in Riviera con tanto di tuffo di mezzanotte.
Sabato il programma sarà ancora più fitto e spazierà dagli approfondimenti storico tecnici alla solidarietà, dalla scoperta delle bellezze di Imperia (meta del Grand Tour) al puro divertimento grazie al Parco Acquatico Le Caravelle.

Presso il Castello Costa-Del Carretto si terrà per tutta la durata della manifestazione una mostra intitolata “1957: Macchine”, a cura della fondazione TribaleGlobale e del collettivo artistico Zerovolume, dedicata agli oggetti di design contemporanei della storica utilitaria. Saranno inoltre esposte delle opere di famosi artisti con quadri e installazioni che richiameranno le diverse interpretazioni del concetto di “macchina”.

Sempre a tema artistico l’allestimento artistico dell’ Associazione Collettivo Culturale ZEROVOLUME: tre enormi “60”, un omaggio alla Fiat 500, indiscussa icona pop del design italiano: un “PIC POINT” dove i partecipanti al 34° Meeting Internazionale potranno fermarsi per una foto ricordo e firmare i muri del 60°.

Lo spettacolo di sabato sera avrà il duplice obiettivo di rallegrare i cinquecentisti e il pubblico che non manca mai di affollare Parco Villafranca e sottolineare un momento davvero emozionante. La 500 sarà infatti “laureata” (con tanto di “tocco”) come mito, come fenomeno che va ben oltre l’ambito del motorismo storico e conquista la società nel suo insieme. Sulle molte sfaccettature di questa condizione da simbolo forte e positivo della migliore italianità è incentrato il libro “Un mito italiano”.

La grande sfilata delle nazioni e delle regioni italiane chiude la tre giorni di festa in programma per domenica mattina all’Ippodromo dei Fiori di Villanova d’Albenga e permetterà di cogliere una ulteriore “misura” della quantità e della qualità della passione, assolutamente senza confini, per la piccola, inossidabile vettura.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.