IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il 6 luglio si celebra la Giornata mondiale del bacio: “Fa bene e aiuta a vivere meglio”

La ricorrenza è nata in Gran Bretagna nel 1990 e grazie ai social comincia a far breccia anche nei liguri e nei savonesi

Savona. C’è quello sulle labbra, sulla fronte, sulla guancia, sul mento, sul collo e poi quello alla francese, a stampo e sul naso. Tanti gesti, tanti significati tutti racchiusi nella Giornata Mondiale del Bacio che viene celebrata domani, 6 luglio.

La ricorrenza è nata in Gran Bretagna nel 1990 e si celebra il 6 luglio dopo che nel 2005, nel Regno Unito, venne stabilito il record per il bacio più lungo: fu di trentuno ore e trenta minuti. Un record che è stato poi battuto e a oggi il bacio più lungo è quello che si è scambiato la coppia tailandese formata da Ekkachai e Laksana Tiranarat che per San Valentino del 2013 si sono baciati per 58 ore, 35 minuti e 58 secondi.

La Giornata mondiale del bacio comincia a far breccia anche tra gli italiani, tra i liguri e i savonesi che sui social parlano della ricorrenza (forse ancora poco conosciuta) e sono pronti a festeggiarla con tutti i propri amati: in questi giorni, nei vari post, compaiono scene famose di film, con i baci mozzafiato più famosi della storia del cinema, aneddoti, frasi, citazioni e riflessioni sul benessere del bacio e dei suoi effetti positivi sullo status psico-fisico delle persone.

Questa giornata vuole celebrare l’importanza di questo gesto che racchiude in sé un’infinità di significati e di emozioni. In occasione di questa giornata abbiamo condotto un sondaggio sull’importanza del bacio su 5.000 psicologi iscritti a StarOfService che svolgono, o hanno svolto almeno una volta consulenze matrimoniali e di coppia. Quasi l’80% degli intervistati ha dichiarato di aver ricordato ai propri pazienti come il bacio sia benefico per la salute della coppia e del singolo. I restanti professionisti non ritengono il bacio fondamentale o non si sono mai interrogati al riguardo.

I BENEFICI DEL BACIO – Tutti gli studi scientifici condotti sull’argomento sono concordi: baciare fa bene, anzi benissimo: aumenta le difese immunitarie e previene le carie: con un bacio ci si scambia fino a 278 diversi batteri, il 95% dei quali assolutamente innocui. Tale scambio migliora la resistenza agli allergeni esterni. È un ottimo antirughe. Ogni bacio attiva 29 diversi muscoli facciali facilitando l’effetto antirughe. Riduce la pressione arteriosa: durante il bacio aumenta il battito cardiaco e si dilatano i vasi favorendo la riduce della pressione. Svolge un’azione lenitiva sul mal di testa e sui dolori mestruali Migliora l’autostima: dare e ricevere baci ci fa sentire accuditi e amati. Riduce lo stress e favorisce il benessere generale grazie alla produzione della dopamina (ormone della felicità).

GLI ITALIANI E IL BACIO – Nel 2012 l’Associazione della psicologa Serenella Salomoni, ‘Donne e qualità della vita’ è andata a chiedere a 3000 turiste tra i 25 e i 45 anni le loro opinioni sui baciatori mondiali. Il 28% delle intervistate non ha avuto alcun dubbio: gli italiani sono i migliori baciatori del mondo grazie alla loro passione, al romanticismo e all’attenta igiene orale.

Nel 2016, tuttavia, lo studio condotto dalla Baci Perugina ci rivela un dato molto diverso: su un campione di 4.000 uomini e donne tra i 18 e i 65 anni la maggior parte ha dichiarato di non avere tempo per le coccole e i baci. Il motivo? Il lavoro (39%) seguito dai social network (26%) che ci hanno strappato alla nostra quotidianità affettiva. Eppure, chi bacia il proprio partner prima di andare a dormire vive, in media, cinque anni in più di chi non lo fa e, il 68% delle donne ha dichiarato che ricevere un bacio dopo la lunga giornata di lavoro le aiuterebbe a sentirsi meno stressate e nervose. Le giornate mondiali sono state istituite anche per questo: farci riflettere su argomenti che a prima vista possono sembrare banali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.