IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Meteo, le previsioni Limet: ancora qualche pioggia ma, dal pomeriggio, le schiarite previsioni

Temperature stazionarie, in lieve calo

Più informazioni su

Liguria. Domenica con cieli ancora nuvolosi e clima ancora molto afoso sulla Liguria. Instabilità pomeridiana sui rilievi e umidità in calo da lunedì.

webcam ceriale

Gli esperti di Limet avevano anticipato che il caldo torrido (secco) si sarebbe trasformato in afoso (umido) nel corso della settimana in concomitanza con l’invecchiamento del vasto campo di alta pressione che stringeva in una morsa gran parte dell’Europa centro-occidentale, Italia compresa. Questo è puntualmente avvenuto e mentre le regioni del nord Italia hanno avuto giornate con temperature che hanno raggiunto punte di 36-38°C, la Liguria vive un clima di caldo moderato ma molto afoso a causa del richiamo di aria più umida meridionale che dà luogo altresì alla classica maccaja (nubi basse marittimo-costiere) che vanno ad impattare ai primi contrafforti montuosi retrocostieri.

Un weekend quindi con molte nuvole e poco sole se non a tratti su Imperiese e Spezzino mentre la nuvolosità sul settore centrale rimane più compatta. Nel corso della notte appena trascorsa in un clima tropicale, con temperature minime comprese tra 22 e 24°C lungo le riviere accompagnate da tassi d’umidità intorno al 90%, si sono avute deboli precipitazioni sparse tra il Savonese orientale e il settore centro-orientale della regione. Da segnalare i 7.2 mm caduti a Sant’Alberto di Bargagli (GE) in alta val Bisagno, i 6 mm di Pezzonasca di Moconesi (GE) in val Fontanabuona e i 9.4 mm di pioggia caduti a Belpiano (GE) in valle Sturla.

Pur con molta fatica la situazione barica presenta segnali di cambiamento e le deboli piogge cadute nelle località sopramenzionate ne sono un primo segnale. Un fronte temporalesco è transitato durante la notte sulle fasce pedemontane di Piemonte e Lombardia e nel corso della giornata si trasferirà con temporali anche di forte intensità sulle regioni del Nord-est. Gradualmente il muro anticiclonico africano subirà attacchi da parte di masse d’aria più fresche di matrice atlantica arretrando così sul Mediterraneo occidentale e permettendo intorno alla metà della settimana prossima l’ingresso di un fronte temporalesco capace di spazzare la canicola e l’afa e quelle piogge tanto attese nelle zone attanagliate dalla siccità. L’estate ritornerebbe altresì nei binari classici sotto l’aspetto termico con temperature in linea alle medie del periodo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.