IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Loano, Siccardi e Tassara interrogano Pignocca sulla sicurezza della zona dietro la stazione

In zona si registrano presenze poco raccomandabili e "i residenti manifestano timori per la loro incolumità e sopratutto per quella dei loro figli"

Loano. La sicurezza della zona dietro alla stazione finisce nel mirino della minoranza consiliare. I consiglieri del gruppo “Pd – Da sempre per Loano” Gianni Siccardi e Giulia Tassara hanno presentato alla maggioranza del sindaco Luigi Pignocca un’interpellanza riguardante la “vigilanza e sicurezza zona Stazione Vecchia ed adiacenze” andando a toccare “un preoccupante problema che da più anni affligge la zona in oggetto”.

“Zona che nelle commissioni competenti era già stata oggetto di numeroso segnalazioni e sulla quale la maggioranza si era espressa manifestando, con l’acquisizione dell’annesso posteggio delle Ferrovie dello Stato, un certo ottimismo derivante dall’installazione di telecamere, dal potenziamento dell’impianto di illuminazione e da un più preciso monitoraggio di sorveglianza e di controllo, da parte dei vigili, che avrebbero potuto prontamente movimentare tutte le forze dell’ordine preposte”.

“Oggi questo progetto tarda a diventare esecutivo e gli abitanti della zona continuano a lamentare nell’area della Stazione Vecchia e nel passaggio al tunnel di via Genova un continuo spaccio di sostanze stupefacenti. Parrebbe, inoltre, che il mancato controllo abbia ulteriormente allargato il giro, facendo diventare la stessa zona un luogo abituale di consumo e ritrovo permanente di gente preposta a delinquere”.

Insomma, i residenti della zona segnalano la presenza di spacciatori e consumatori di stupefacenti a tutte le ore del giorno e della notte. Una presenza che allarma non poco gli abitanti, che si sentono poco sicuri: “Diventa comprensibile, dunque, che gli stessi residenti manifestino timori per la loro incolumità e sopratutto per quella dei loro figli; non potendo certamente impedire, a quest’ultimi, di uscire alla sera godendo delle meritate vacanze estive”.

Come ricordato dai due consiglieri di minoranza, l’amministrazione loanese aveva deciso di mettere mano al problema acquisendo da Fs la gestione del parcheggio dietro la stazione, cosa che avrebbe permesso di potenziare la pubblica illuminazione, installare telecamere di videosorveglianza, rafforzare i controlli da parte della polizia municipale e, in generale, dare un giro di vite in ambito di pubblica sicurezza.

Purtroppo, alcuni di questi interventi hanno subito alcuni ritardi e per questo motivo il gruppo “Pd – Da sempre per Loano” chiede alla maggioranza “quando i lavori della zona descritta saranno ultimati; quando il sistema di videosorveglianza e di illuminazione diventerà operativo; se non si ritenga di fare da subito logiche pressioni perché la zona sia presidiata in maniera più costante dal comando dei carabinieri; se non si ritenga anche di istituire una sorta di vigile urbano di quartiere in modo di essere più vicino alle istanze dai residenti”.

“Siamo certi che l’argomento sarà ampiamente condiviso dalla maggioranza e che le risposte che intenderà dare a questa interrogazione non potranno che indicare soluzioni immediate e mirate a dare tranquillità a tutto il quartiere”, concludono Siccardi e Tassara.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.