IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Boissano 2017, Devincenzi: “Duro lavoro e dialogo costante coi cittadini per far rivivere il paese”

" Noi ci abbiamo messo il nostro impegno, ora tocca ai cittadini darci la fiducia"

Più informazioni su

Boissano. “Abbiamo lavorato per presentare al cittadino un progetto valido su ciò che Boissano potrebbe diventare, abbiamo studiato il territorio in ogni suo aspetto per dare vita a qualcosa di completo e ben strutturato, abbiamo cercato il contatto diretto con il cittadino che rappresenta il punto di partenza di qualsiasi attività da intraprendere per il paese, abbiamo sensibilizzato i boissanesi sull’importanza del loro intervento attivo nella buona amministrazione con la partecipazione ai consigli comunali o alle tavole rotonde, abbiamo cercato di far passare il messaggio che l’amministrazione non è formata solo da chi temporaneamente si porta ‘al comando’ ma da chi effettivamente lavora ogni giorno per il paese e da chi effettivamente lo vive in ogni suo aspetto”.

Paola Devincenzi Boissano

Così Paola Devincenzi, candidato sindaco della lista civica “Un progetto per Boissano”, sintetizza le idee e le proposte per la “Boissano che verrà” sottoposte all’attenzione dei suoi concittadini durante questa lunga e faticosa campagna elettorale. Ad affiancarla, in queste settimane di lavoro sul territorio, una squadra di persone “genuine, vere e libere pronte ad impegnarsi e lavorare per il bene del paese”. “Noi siamo questo, siamo persone che si vogliono impegnare seriamente e in modo costante per attuare un’amministrazione trasparente e informata, poiché abbiamo avuto conferma di come una mancata comunicazione possa portare incomprensioni e problemi”.

“Siamo persone che credono seriamente nel lavoro e nel tempo impiegato a lavorare per un progetto per Boissano: da un programma strutturato di manutenzione del territorio, all’incentivazione del nuovo modo di pensare allo sport in sinergia con l’ambiente; dalla nuova concezione di ricettività turistica (albergo diffuso), alla riqualificazione delle borgate storiche per il rilancio dell’immagine turistica e culturale del paese; dalla tutela delle categorie deboli, attraverso uno stretto rapporto con le associazioni di volontariato, fino all’istituzione di tavole rotonde con i cittadini: questa è la dimostrazione di quanto la lista civica ‘Un progetto per Boissano’ può fare per il Paese”.

“Non dovremo contare solo sulle nostre forze, ma avremo la collaborazione di tante altre amministrazioni che già ci hanno stretto la mano e ci hanno detto ‘Andate avanti così’. Abbiamo la Regione e la Provincia che sono disposte ad aiutarci. Perché hanno visto in noi qualcosa di valido, di competente, persone che effettivamente hanno voglia di fare qualcosa di nuovo, che vogliono portare una nuova vita a Boissano”.

“Non voglio più sentire parlare di questo paese come un dormitorio. Boissano può vivere. Se ci sono progetti validi (e i nostri lo sono a costo zero, con la collaborazione del paese) Boissano può tornare a vivere. I nostri concittadini, in solidarietà con l’amministrazione comunale, possono contribuire a togliere questa brutta etichetta che Boissano si è messa da sola in questi ultimi anni. Non siamo un dormitorio: io sono boissanese, le mie figlie sono boissanesi e mi piacerebbe pensare che tra qualche anno loro sceglieranno di trascorrere il loro tempo qui piuttosto che in discoteca o in altre parti. Perché la vita del paese è importante e bisogna tenere salde le nostre tradizioni anche con un nuovo spirito innovativo, come quello che ha il nostro progetto. Noi ci crediamo veramente tanto”.

“Sono contentissima di questa squadra, che è un gruppo di amici. Abbiamo lavorato tanto e bene e vogliamo continuare. Perché crediamo che il nostro progetto possa veramente cambiare le sorti del paese. Noi ci abbiamo messo il nostro impegno, ora tocca ai cittadini darci la fiducia, credere in quello che, andando a bussare di porta in porta, abbiamo voluto portare avanti. In questi giorni non abbiamo fatto altro che parlare alla gente. Non vogliamo insultare né fare polemica. Noi siamo quello che la gente può vedere: persone vere e genuine, libere di decidere il programma, libere di parlare con chiunque senza paura di ritorsioni o di ripicche. Noi siamo liberi ed i cittadini di Boissano devono essere liberi di decidere quello che vogliono per il loro futuro. I boissanesi devono votare noi per avere questa libertà, per avere questa nuova visione del paese”.

“Noi abbiamo strutturato il programma in modo da lavorare con continuità per cinque anni, senza doverci fermare o doversi sedere ad aspettare che qualcuno venga a chiederci qualcosa. Noi vogliamo veramente lavorare. Siamo giovani, abbiamo grinta e tanta voglia di far vedere cosa siamo veramente. Siamo persone con gli attributi e lo dimostreremo”, conclude Paola Devincenzi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.