IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il savonese a sostegno delle Province, Isella: “Linea dura se non arriveranno le risorse”

Incontro a Roma delle province italiane per chiedere modifiche sostanziali al decreto per gli enti locali

Provincia. Si è appena conclusa a Roma l’assemblea nazionale indetta da UPI – Unione Province Italiane – a cui hanno partecipato le province italiane rappresentate dai presidenti, dai sindaci e dalle categorie economiche dei rispettivi territori.

La delegazione del ponente ligure è stata una delle più rappresentate: era composta da 10 sindaci savonesi, tre consiglieri provinciali, insieme al presidente della Provincia di Imperia Fabio Natta con i suoi consiglieri; alla riunione ha partecipato anche il consigliere regionale Angelo Vaccarezza.

“Oggi dal palco del teatro Quintino è stata ribadita la linea dura che le province attueranno se il governo non prenderà coscienza delle reali necessità economiche degli enti provinciali, quanto stanziato fino ad ora dal governo non risulta sufficiente e non risolve i problemi di bilancio” dice il vice presidente della Provincia di Savona Luana Isella.

Nei prossimi giorni, quindi, il presidente di UPI Variati incontrerà la commissione alla Camera e la presidente Boldrini per sottoporre
tutte le osservazioni fatte al decreto “enti locali”. “È un ultimo tentativo per cambiare la legge e rimodularne le somme adeguandole così ai reali bisogni delle province italiane, assicurando quelli che sono i servizi fondamentali come la sicurezza delle strade e le scuole” conclude Isella.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.