IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione, approvata la programmazione del trasporto pubblico, De Ferrari (M5S): “Utenti e lavoratori inascoltati”

La terza commissione ha approvato il documento. Il consigliere: "Provvedimento blindato e calato dall'alto"

Regione. “Oggi in 3^ commissione è passato, con il voto contrario del MoVimento 5 Stelle, l’atto di programmazione in materia di trasporto pubblico regionale. Un documento di cento pagine che lascia irrisolti tutti i nodi e le criticità del Tpl ligure e conferma l’incapacità totale della maggioranza di ascoltare utenti, lavoratori, cittadini e soggetti interessati. Approdata in commissione a fine aprile, la Pdd 50 ne è uscita a maggio inoltrato intatta, dopo ben quattro procedure d’audizione, senza alcun passo indietro o rimodulazione in base alle critiche trasversali emerse. In questo modo abbiamo letteralmente buttato via quattro settimane di lavoro di commissione per nulla”.

A dirlo è Marco De Ferrari, portavoce MoVimento 5 Stelle in Regione Liguria, che aggiunge: “Le criticità evidenziate confermano che siamo di fronte di un documento traballante non solo dal punto di vista sociale, ma anche economico. Due parametri fondamentali che possono e devono coesistere. La velocità commerciale dei bus, ad esempio, è ridotta a causa di uno scarso numero di corsie preferenziali, peraltro spesso disegnate in modo vergognoso e limitante per il trasporto pubblico”.

“Invece di puntare su investimenti intelligenti, il documento promuove tagli diffusi o assurde e faraoniche spese come gli oltre 20 milioni di euro complessivi previsti per la bigliettazione elettronica. Ben venga investire nelle nuove tecnologie, ma è folle spendere 20 milioni di euro per un sistema che nasce già antiquato, nell’era delle app e degli smartphone, e che rischia di creare un’ulteriore barriera per i cittadini, invece di avvicinarli a quello che dovrebbe essere a tutti gli effetti un servizio pubblico e sociale”.

“Quello che è stato approvato in fretta e furia oggi è il solito provvedimento calato dall’alto e blindato, e che riduce il Tpl a un mero problema, invece di cominciare a guardare al trasporto locale come a una grande risorsa per la Liguria”, conclude Marco De Ferrari.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.