IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Marco Mura racconta la passione: Città di Savona e atletica locale

Intervista a Marco Mura, anima dell'atletica savonese: il Meeting di Savona agli occhi di chi lo organizza con passione da sei anni

Savona. Il sesto meeting internazionale Città di Savona si avvicina; la gara si svolgerà giovedì 25 maggio sulla pista azzurra della Fontanassa e vedrà scontrarsi talenti nazionali e non in una competizione dalla fama e dal ranking crescente, che porta nomi sempre più importanti ogni anno a Savona. Ivg.it ne ha parlato con Marco Mura, tecnico Cus Genova. In servizio presso la Polizia di Stato, Mura è istruttore Fidal dal 1989 e Allenatore nazionale dal 1992; specializzato nei lanci, ora è Direttore tecnico del Cus Savona. Con lui si sono allenati Flavio De Iaco, Mattia Giangaspero, Meri Dervishi. Suo il rilancio dell’atletica a Savona, prima con il Grand Prix lanci, adornato dal record mondiale nel martello femminile di Yipsi Moreno nel 2003, quindi con il Città di Savona.

La manifestazione internazionale è organizzata dal Cus Savona, con il patrocinio di Regione Liguria e Comune di Savona: dopo i grandi risultati delle scorse edizioni, su tutti il primato italiano Junior sui 100 di Filippo Tortu, è stata inserita dalla Fidal nel Circuito Meeting Fidal, nicchia di manifestazioni che raggruppa i migliori sette meeting italiani.

Marco Mura, quali saranno le gare più importanti del meeting savonese?
Ormai il Fontanassa è diventato un punto di riferimento per l’atletica italiano e di questo ne sono orgoglioso, perchè mi ripaga ti tanta passione e impegno. Si assisterà a tre ore ricche di grandi emozioni. con una decina di gare che rappresenteranno un campionato italiano Assoluti anticipato. Infatti saranno presenti i migliori azzurri, con l’aggiunta di stranieri di alto livello internazionale.  Se devo puntare su una gara, scelgo sicuramente i 100 metri, sia per la presenza del bianco Junior più veloce al mondo Filippo Tortu, sia per il valore affettivo, in quanto la competizione è intitolata a Giulio Ottolia, un allenatore dal quale ho imparato molto.

Come sarà il parco concorrenti di questa sesta edizione?
Scorrendo le starting list, oltre a Tortu riflettori puntati sul britannico Safo-Atwin, finalista ai mondiali indoor 2017, e agli azzurri Massimiliano Ferraro, Federico Cattaneo e Michael Tumi, primatista italiano sui 60. Nei 200 m c’è Fausto Desalu capace in carriera di un eccellente 20″31. Nei 400 m, una delle punte di diamante del meeting, ci sarà Sadam Koumi (Sudan), 45″41 il suo PB. Non trascuro nemmeno i 110 HS, con i migliori italiani: su tutti Hassane Fofana (13″52) e Lorenzo Perini (13″71), che dovranno vedersela con l’olandese Kone Smet (13″58).

Triplo stellare con il campione europeo indoor 2012, quarto ai giochi olimpici di Londra, Daniele Greco, il primatista del meeting Fabrizio Schembri e il campione italiano indoor Daniele Cavazzani.
Gli 800 m, valevoli per il 6° Trofeo Gin Siccardo, saranno caratterizzati da un livello tecnico internazionale: sfida tra il marocchino junior Adam Zahafi (1’47″45), Neves Bussotti (1’47″25) e il bosniaco Stefan Mujezinovic (1’47″94).
Al femminile attenzione ai 200 m, con l’ostacolista azzurra Ayomide Folorunso, e ai 400 m, con la campionessa europea allieve Andrea Mikos (52.70) che troverà l’azzurra Gloria Hooper che negli States ha recentemente stabilito il suo PB 53.24. Per i 100 hs l’olandese Eefje Boons, forte del suo 13”07, dovrà vedersela con le azzurre Cattaneo, Oki, Di Lazzaro. Nel lungo con la svizzera Irene Pusterla e le azzurre Ottavia Cestonaro e Tania Vicenzino.

Il meeting è un appuntamento ormai classico; qual è la risposta della cittadinanza a questo evento? 
Savona ha risposto molto bene a questa manifestazione, sono convinto che come ogni anno il Fontanassa sarà tutto esaurito. Molti nuovi sponsor tra cui Fondazione De Mari, Noberasco, Ominia Medica, Barbieri Volkswagen, Decathlon, Ristorante Conca Verde, Osteria Gattafura sono stati determinanti per alzare notevolmente il livello tecnico della manifestazione. Un particolare ringraziamento al sindaco Ilaria Caprioglio e all’assessore allo sport Maurizio Scaramuzza, per gli indispensabili lavori di manutenzione realizzati al Fontanassa.

Mura, quali sono gli atleti del nostro territorio che potrebbero ricavarsi uno spazio?
Per i colori savonesi scenderanno in pista l’ingauna del Cus Genova Luminosa Bogliolo, campionessa italiana dei 100hs under 23.  La sprinter del Cus Savona Aurora Greppi negli 80 cadette troverà nella corsia affianco Larissa Iapichino, figlia della Fiona May campionessa mondiale a Goteborg e primatista italiana di salto in lungo. E nei 100 l’allievo Luca Biancardi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.