IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Varazze, un nuovo logo per la promozione turistica. Piacentini: “Un’offerta variegata per stimolare pubblici diversi”

L'assessore: "Il turismo esperienziale al primo posto"

Varazze. “Fare turismo implica soddisfare i tanti modi con i quali le persone vogliono conoscere i luoghi in cui decidono di andare in vacanza. Il nostro territorio ha tutto: è ricco di eccellenze culturali, di sapori unici, di paesaggi mozzafiato. Offre un grande ventaglio di possibilità per quanto riguarda l’outdoor, il turismo culturale ed enogastronomico, da cui dobbiamo trarre la capacità di offrire al turista svariate opportunità”.

Questo il pensiero dell’amministrazione comunale di Varazze, che sulla pagina Facebook della cittadina rivierasca ha voluto divulgare il nuovo logo della comunicazione turistica.

“Partendo dal presupposto che Varazze è una località multi-target dedicata in primo luogo alle famiglie – si legge sul post di Facebook che accompagna la presentazione – il logo ha disegno che riporta alle girandole usate dai bambini, molto colorate ed espressione dell’aria aperta e del gioco. Il centro della girandola è il nome di Varazze e sui ‘petali’ tutte le attività sportive che si possono fare a Varazze (surf, bicicletta, nordic walking, barca a vela, pesca, corsa, arrampicata) e le principali aree di interesse: il mare, l’entroterra, le tradizioni, il centro storico e l’enogastronomia”.

Oltre a evidenziare i diversi target presenti sul territorio, la comunicazione turistica di quest’anno vuole sottolineare i “punti esperienziali” di maggior rilievo, ovvero “gli elementi con cui il turista entra in contatto per fruire dell’esperienza. Ecco così che si insegnerà, ad esempio, al turista che viene a Varazze come si fanno i ravioli di Alpicella o il nostro piatto tipico per eccellenza “I Mandilli de Vaze”, pasta a forma quadrata, marchiata su un lato dallo stemma di Varazze e prodotta dal Pastificio Artigianale Fiorini.

“E’ nostra intenzione infatti – afferma l’assessore al turismo Filippo Piacentini – durante la promozione del Cundigiun, il grande evento della città di Varazze in programma il 10-11 Giugno prossimi, in cui le frazioni scenderanno in città per presentare tutti i loro piatti tipici, pubblicare sulla pagina facebook dei video in diretta che ne spiegano le varie fasi di preparazione . Durante la manifestazione, visto che molte specialità vengono cucinate al momento sarà possibile per il turista seguirne i procedimenti di lavorazione, come davanti ad un grande libro di cucina ligure, animato dalle persone del posto.

Il turista così, andando a scavare nelle tradizioni, negli usi e nei costumi di una località potrà godere di un’esperienza autentica, unica e personale; dall’altro potrà influire direttamente sulla vitalità della destinazione e sulla riscoperta delle proprie radici da parte della popolazione locale, intesa come tassello determinante dello sviluppo turistico dei luoghi.

La comunicazione turistica non sarà solo su Facebook, ma seguirà anche i canali Twitter, Instagram e Youtube: “Abbiamo inoltre avviato – conclude l’assessore – nei giorni scorsi la distribuzione di un’anteprima degli eventi, diviso per aree di interesse, dall’enogastronomia allo sport, dalla cultura alle tradizioni. Un porta a porta negli hotel di Varazze, negli stabilimenti balneari ed in alcuni esercizi commerciali dalla Marina di Varazze al lungomare Europa per informare sull’ampia offerta del Comune di Varazze in tema di eventi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da il qualunquista

    Complimenti per il nuovo logo, spero davvero sia stato pagato coi soldi di chi l’ha commissionato. Riuscirebbe a fare crollare persino le vendite degli ovetti kinder nella settimana santa ovvero che precede la Pasqua. Un guizzo di genio del marketing. attenti alle ernie cervicali!!!