IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tentato omicidio di Vado Ligure: sei fendenti al nuovo compagno della ex, poi tenta la fuga foto

Alla base del gesto la gelosia: l'uomo ha chiesto un "chiarimento" al rivale ma appena lo ha avuto davanti ha colpito

Vado Ligure. Voleva un chiarimento con il nuovo compagno dell’ex moglie e per questo lo ha convinto a scendere sotto casa per parlare, ma, non appena se lo è trovato davanti, ha tirato fuori un coltello e ha iniziato a colpirlo.

Carabinieri savona Dionisio de masi Dario Ragusa franco laino

L’aggressore, A.T., 39 anni, residente a Quiliano, ha tirato almeno sei fendenti verso il “rivale”, un trentacinquenne vadese, colpendolo al collo e alle spalle. Fortunatamente, le coltellate non hanno ferito in maniera grave la vittima che, grazie alla sua prontezza, è anche riuscito a disarmare l’ex della compagna, facendo cadere il coltello a terra.

Nel frattempo sono intervenuti i carabinieri del nucleo radiomobile di Savona che, allertati dai vicini di casa della coppia, hanno raggiunto la via dove stava avvenendo la violenta lite. I militari sono riusciti a bloccare A.T., che stava cercando di scappare in sella al suo scooter, e lo hanno arrestato per tentato omicidio. Nello zaino che il trentanovenne aveva in spalla gli uomini dell’Arma hanno trovato anche il coltello usato per l’aggressione, lungo circa 18 centimetri (la lama era lunga quasi dieci), ancora sporco di sangue.

La vittima dell’aggressione è stata invece accompagnata al pronto soccorso per le cure del caso: i medici lo hanno dimesso con una prognosi inferiore ai dieci giorni.

L’arrestato, che dovrà rispondere dell’accusa di tentato omicidio, è stato accompagnato nel carcere di Genova Marassi in attesa dell’interrogatorio di convalida davanti al gip. La sua posizione, tra l’altro, rischia di aggravarsi visto che il pm Vincenzo Carusi sta valutando se contestare l’aggravante della premeditazione. I carabinieri hanno infatti accertato che l’uomo si è portato il coltello da casa dopo aver chiesto al nuovo compagno dell’ex moglie di incontrarsi per il chiarimento. Un comportamento che potrebbe far pensare che l’aggressione non sia scattata in preda ad un raptus, ma fosse stata pianificata: alla base del gesto ci sarebbero motivi di gelosia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.