IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Settimana santa, ecco le celebrazioni a Savona con il vescovo Marino

Savona. Ecco le celebrazioni che vedranno la partecipazione di Mons. Calogero Marino durante la Settimana santa, iniziata ieri con la Domenica delle Palme: per don “Gero” la sua prima Pasqua da vescovo della diocesi savonese.

Mercoledì 11 aprile alle 9.30 monsignor Gero incontrerà i bambini del progetto “Francesco e Kamil” che coinvolge numerose scuole e ragazzi di ogni cultura e religione nella realizzazione del “grano della fraternità” per gli altari della reposizione, un tempo popolarmente ed erroneamente detti “sepolcri”. L’appuntamento principale del mercoledì santo sarà però alle 21 in Duomo dove il Vescovo presiederà la Messa crismale, concelebrata dai sacerdoti e religiosi della diocesi, durante la quale saranno benedetti gli oli degli infermi, e dei catecumeni e il sacro crisma. Si tratta di uno degli eventi diocesani di “convocazione attorno al vescovo”. Il Triduo pasquale in Cattedrale inizierà giovedì 12 aprile, alle 18, con la Messa solenne “nella cena del Signore” (in coena Domini), cui seguirà un momento di preghiera ed adorazione eucaristica alle 21.

Venerdì 13 marzo, alle 18 liturgia della Passione presieduta da monsignor Marino mentre in serata mentre in serata (appuntamento alle 21 in Cattedrale), il vescovo parteciperà alla Via crucis organizzata dal Priorato generale delle confraternite di Savona centro (essendo un anno dispari non si svolgerà la processione con le “casse”). Il corteo sacro, aperto dalla Croce di passione, si snoderà lungo un percorso nel centro storico toccando anche quattro oratori cittadini: piazza Duomo, via Aonzo, via Mistrangelo, piazza Diaz, via dei Mille, via Vegerio, via Boselli, piazza Mameli, via Montenotte, via Verzellino, via 2 Guidobono, via Luigi Corsi, corso Italia, piazza Sisto IV, via Manzoni, via Verzellino, piazza Duomo. Sabato 15, alle 21 avrà luogo la solenne Veglia pasquale, momento cardine dell’anno liturgico.

Quindi il Vescovo assisterà alla discesa del Cristo Risorto nell’omonimo oratorio di via Aonzo: per la confraternita di san Domenico sotto il titolo del Cristo Risorto, la Pasqua, oltre a essere ovviamente fondamento della fede cristiana e solennità principale dell’anno liturgico, rappresenta di fatto anche la “festa patronale”, con i riti che riguardano la celebre statua. La grande novità di quest’anno è rappresentata dal nuovo vescovo Gero Marino, il quale per la prima volta presiederà le funzioni che vedranno la consueta scansione temporale. La sera del Sabato santo, al termine della veglia in Cattedrale, nell’oratorio buio, dopo la proclamazione del Priore “Resurrexit Dominus vere, alleluia!” la statua del Cristo Risorto, col solo volto illuminato, discenderà dalla nicchia accompagnata come sempre dal canto del Benedictus e sarà a disposizione dei fedeli per il tradizionale bacio dei piedi

Infine, domenica 16 aprile, al mattino il presule parteciperà alla processione del Cristo Risorto, mentre alle 18 monsignor Gero celebrerà in Cattedrale il solenne Pontificale del giorno di Pasqua.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.