IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Servizi Ambientali, revocata la presidenza di Andrea Santonastaso: il commissario di Borghetto entra nel Cda

Il nuovo presidente sarà nominato dal prossimo sindaco di Borghetto. Per ora le sue funzioni saranno esercitate dal vicepresidente Pietro Oliva

Borghetto Santo Spirito. Andrea Santonastaso non è più il presidente di Servizi Ambientali, la società a partecipazione pubblica che ha in gestione il depuratore consortile delle ex cave di località Cappellotti a Borghetto Santo Spirito.

Santonastaso aveva assunto la carica di presidente della partecipata (di cui il Comune di Borghetto è azionista di maggioranza insieme al Comune di Loano) alla scadenza del mandato del precedente presidente Mario Baucia. I patti parasociali tra i due Enti stabiliscono che al sindaco di Loano (che detiene un numero di quote maggiore) spetta la nomina dell’amministratore delegato della società, mentre al primo cittadino di Borghetto spetta la scelta del presidente.

Al momento di rinnovare le due massime cariche societarie, Luigi Pignocca aveva rinnovato l’incarico all’Ad uscente, cioè l’avvocato Alessandro Vignola. Santonastaso, invece, aveva deciso di tenere questa carica per sé e quindi di auto-nominarsi presidente.

Come noto, nelle scorse settimane Santonastaso è finto agli arresti domiciliari. Nonostante la custodia cautelare, alla luce della normativa attualmente vigente non vi erano motivi per i quali l’ex commissario debba lasciare l’incarico di presidente di Servizi Ambientali e perciò il vice-prefetto ha mantenuto il suo incarico al vertice della società.

Dopo qualche settimana di stand-by, però, il consiglio di amministrazione composto dall’Ad Vignola e dai consiglieri Mariangela Palazzo, Pietro Oliva ed Eleonora Bertolotto si è messo al lavoro per trovare una soluzione al problema. Questa è stata la “creazione” della carica di vice-presidente, il cui ruolo è proprio quello di “fare le funzioni” del presidente quando questi non ne abbia la possibilità. Ad essere nominato vice-presidente facente funzioni di presidente è stato Pietro Oliva, ex assessore al bilancio ed ex presidente del consiglio comunale di Loano.

Mercoledì scorso, poi, l’assemblea dei Comuni soci di Servizi Ambientali provveduto alla revoca dell’ex commissario prefettizio sia per la sua impossibilità a svolgere la funzione avendo ancora un provvedimento cautelare a carico, ma soprattutto per garantire una rappresentanza a Borghetto, secondo azionista della società e sede dell’impianto di depurazione.

A seguito della revoca è stata nominata la Fabrizia Triolo, attuale commissario prefettizio del Comune di Borghetto. Il vice prefetto ricoprirà l’incarico di consigliere d’amministrazione.

La nomina del nuovo presidente avverrà, con tutta probabilità, una volta che a Borghetto si sarà insediata la nuova amministrazione comunale e quindi del nuovo sindaco. Fabrizia Triolo, infatti, ha già dichiarato che provvederà infatti a dimettersi non appena decaduta dall’incarico di commissario prefettizio. Nel frattempo, le funzioni di presidente verranno esercitate dal vicepresidente Oliva.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.