IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Scontri polizia-antifascisti a Napoli, i consiglieri di Savona chiedono al Comune “un plauso alle forze dell’ordine”

Ordine del giorno di Vince Savona dopo i fatti dell'11 marzo a Napoli, quando i contestatori di Salvini

Più informazioni su

Savona. Un ordine del giorno che impegna il presidente del consiglio Renato Giusto a complimentarsi con le forze dell’ordine per il loro lavoro. E’ quello presentato dai consiglieri comunali di “Vince Savona” dopo alcuni scontri avvenuti però a Napoli, lo scorso 11 marzo in occasione della visita del leader leghista Matteo Salvini.

Il documento ha come primo firmatario Emiliano Martino, insieme a Luigi Bussalai, Francesco Versace, Camilla Ciccarelli, Alberto Marabotto e Sujata Karunaratne. La motivazione, come detto, risiede negli avvenimenti dell’11 marzo scorso a Napoli, nel quartiere di Fuorigrotta, quando i manifestanti che contestavano l’arrivo di Salvini arrivarono allo scontro con le forze dell’ordine. “Lo scorso 11 marzo la città di Napoli ha vissuto scene di vera e propria guerriglia urbana – scrivono i consiglieri nel documenti – ad opera di sedicenti ‘antifascisti’ che, in tute nere e con caschi integrali, hanno messo a ferro e a fuoco proprio quella città che ritenevano voler tutelare, provocando viceversa ingenti danni all’intero quartiere di Fuorigrotta, distruggendo auto, vetrine di esercizi commerciali ed arredo urbano”.

“Numerosi – prosegue l’odg – sono stati i tutori dell’ordine che, nei violenti scontri, sono risultati colpiti e feriti da una violenza cieca e gratuita che evidentemente ha superato i limiti della espressione della pur comprensibile contestazione per divenire vera e propria aggressione nei confronti degli uomini e delle donne della polizia e dei carabinieri”.

“Proprio a quegli uomini ed a quelle donne in divisa ogni cittadino deve non solo la propria incolumità – ricordano i consiglieri – ma soprattutto il rispetto di quel dettato costituzionale che ad ognuno, nel rispetto altrui, deve garantire la libertà di espressione; e la riconoscenza nei confronti delle forze dell’ordine va esercitata anche con atti e prese di posizione concrete che diano il senso della gratitudine che si deve a chi mette a rischio la propria incolumità per difendere la nostra ed ancor di più i valori espressi dalla nostra Carta Costituzionale”.

Per questo Martino e gli altri consiglieri impegnano il sindaco e la giunta “a mettere in campo iniziative che valorizzino il lavoro e l’esempio delle forze dell’ordine” ed il presidente del consiglio Giusto “a formulare personalmente ai vertici locali dell’Arma Carabinieri e della Polizia di Stato, della Guardia di Finanza e della Polizia Locale un plauso per l’abnegazione ed il senso del dovere che gli uomini e le donne in divisa quotidianamente esprimono a tutela dei diritti costituzionalmente sanciti”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.