IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, Caprioglio replica a Battaglia: “Apprezzo l’autocritica, non il semplicismo”

Il sindaco smentisce l'accusa di mancanza di progettualità: "Abbiamo lavorato per mettere in sicurezza la struttura comunale"

Savona. “Ho apprezzato lo spirito di autocritica della Consigliera Battaglia che, con onestà intellettuale, evidenzia le carenze della precedente amministrazione riconoscendo, in alcuni casi, di non aver preso posizione pubblicamente su determinate tematiche. Siamo certi che con il tempo il Partito Democratico – che in sede di Consiglio Comunale non ha votato per il piano di riequilibrio di bilancio, di fatto schierandosi contro il salvataggio delle casse dell’ente – saprà riconoscere altri errori commessi da loro nel corso degli anni”. Così il sindaco Ilaria Caprioglio replica alla lettera pubblica di Cristina Battaglia (qui di seguito il link).

“Non ho, invece, apprezzato – contesta Caprioglio – il tentativo un po’ semplicistico di ridurre l’attuale situazione – e il dibattito a essa conseguente – a una mera discussione limitata a costi dello staff o delle corone per le celebrazioni. La realtà è assai più complessa, sono sicura che la Consigliera Battaglia ne sia consapevole e sia capace di affidarsi ad argomentazioni migliori. Non compare nel suo intervento l’evidenza che l’attuale Amministrazione si è assunta fin dal primo giorno ogni responsabilità, anche quelle non derivanti dal proprio operato. Abbiamo assunto scelte impopolari, sofferte, difficilissime al fine di mettere in sicurezza il bilancio comunale – ereditato in stato disastroso dalle giunte di centrosinistra che hanno perseguito una politica miope del consenso immediato – poiché da quello derivano le scelte future per il rilancio della città. E se abbiamo dovuto purtroppo mettere anche mano a settori come il sociale e la cultura è perché le leve fiscali erano già state alzate al massimo dalle precedenti amministrazioni e si era già provveduto ad alienare la maggior parte degli immobili e altri beni senza centrare l’obiettivo di eliminare l’enorme disavanzo”.

“Mi spiace che, al solo fine di fare polemica politica, anziché intervenire sui singoli argomenti, la Consigliera Battaglia e altri esponenti della minoranza si affidino alla critica, ormai un po’ banale e abusata, della presunta ‘mancanza di progettualità’ – continua il sindaco – A dispetto della situazione di pre-dissesto e dell’attesa del via libera per il piano di riequilibrio in questi mesi abbiamo lavorato per mettere in sicurezza la struttura comunale, abbiamo partecipato e vinto il bando per riqualificare il waterfront a levante e Villa Zanelli e lavorato al bando per far rivivere il Priamar. Abbiamo progetti per rilanciare Piazza del Popolo e riqualificare il waterfront a ponente. Abbiamo avviato un progetto sulle discipline sportive del mare, con il Campus Universitario e il Coni. Stiamo lavorando a progetti inerenti la Smart City. Il tutto nell’ottica di riqualificare la nostra Città per i savonesi e per tutti quei turisti che desideriamo ospitare in futuro a Savona. In merito ai tagli in alcuni settori del sociale stiamo percorrendo strade e trovando soluzioni per rimodulare o ripristinare tali servizi anche attraverso gli innumerevoli bandi ai quali abbiamo partecipato. Siamo attenti alle criticità del mondo del lavoro, Mondomarine è l’ultima in ordine di tempo, e dell’ambiente intervenendo e monitorando il nostro territorio. Stiamo lavorando in sinergia con associazioni ed enti che abbracciano l’intera provincia. Per la prima volta da lungo tempo, a Savona c’è un’Amministrazione Comunale che si sta occupando dell’Ospedale San Paolo, per difenderlo e tutelarlo. Stiamo rimettendo ordine nelle Società partecipate e tutto questo in soli 8-9 mesi”.

“Non sono obiettivi immediati, richiedono tempo, ma stiamo lavorando su più fronti e abbiamo un mandato di cinque anni a nostra disposizione. Il giudizio sarà poi nelle mani dei cittadini savonesi, che decideranno se preferiscono la Città da noi ereditata nel 2016 o quella che consegneremo loro nel 2021” conclude Caprioglio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.