IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pd, Fassino a Savona: “Renzi si affermerà anche alle primarie” fotogallery

Savona. “Il risultato ottenuto da Renzi è molto buona, non solo in Liguria e nel savonese ma in tutta Italia, una percentuale alta e omogenea in tanti territori. La mozione Renzi si è affermata con forza in tutte le grandi città, la dimostrazione che i nostri iscritti hanno apprezzato la linea politica dell’ex premier e riconoscono in lui la piena leadership”. Queste le parole di Piero Fassino, questa sera a Savona per un incontro alla Sala Chiamata del Porto di Savona.

Fassino Vigliercio

Fassino è stato accolto da tutto lo stato maggiore del Pd provinciale, in testa Giacomo Vigliercio, alla sua prima uscita pubblica da neo segretario provinciale del Pd, che ha presentato la serata: per lui il suo primo discorso da segretario. Al tavolo con Fassino anche il presidente della Provincia e sindaco del Comune di Vado Ligure Monica Giuliano e il segretario comunale del Pd Barbara Pasquali. In prima fila anche l’On. Franco Vazio e il consigliere regionale Luigi De Vincenzi, oltre a sindaci e amministratori del savonese.

“Il dato dei circoli non va svilito, anche perché l’esperienza dimostra che il risultato che si realizza tra gli iscritti del Pd viene confermato alle stesse primarie. I tre quarti dei nostri iscritti hanno votato per Renzi e questo è un primo grosso passo in vista delle votazioni per la scelta del segretario nazionale. Sono convinto che il risultato per Renzi sarà largamente confortante anche nelle primarie” ha aggiunto ancora Fassino.

Fassino ha poi parlato delle prossime elezioni amministrative, primo vero banco di prova per il nuovo Pd genovese e savonese: “Credo che sia fondamentale scegliere candidati forti e credibili, nell’ambito di un largo schieramento di centro sinistra che possa costruire un programma vincente e in linea con le volontà dei cittadini. Penso il Pd genovese e savonese abbia tutte le risorse e capacità per fare le scelte giuste e affermarsi alle prossime elezioni comunali”.

“Le recenti sconfitte del Pd in Liguria non sono legate a questioni romane o di partito: alle regionali del 2015 la sinistra si era divisa e questo ha favorito la vittoria del centro destra. Non bisogna sovrapporre questioni nazionali e locali, tuttavia è chiaro che certi errori non vanno rifatti e bisogna lavorare, pur nelle singole dinamiche territoriali, per trovare unità e compattezza di coalizione con un Pd a vocazione maggioritaria” conclude Fassino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.