IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Playoff, gara 1 di semifinale: l’Azimut Vado lotta, sorpassa ma poi cede

I biancorossi si arrendono sul campo della Tarros Spezia; domani sera cercheranno il riscatto

Vado Ligure. L’Azimut Consulenza lotta ma esce sconfitta dal PalaSprint di via Parma alla Spezia nella gara 1 valida per le semifinali del campionato di Serie C Silver ligure.

I giovani vadesi giocano una gara orgogliosa, ma pagano l’inesperienza ed il fatto di essersi fatti irretire da un metro arbitrale a dir poco fiscale: saranno 48 i falli fischiati nell’arco della gara, 38 tiri liberi per i bianconeri e solo 17 per Vado, con la coppia Santoni-Visigalli che beneficia di ben 18 tiri dalla lunetta.

Il vero rammarico per i biancorossi è il fatto di non aver saputo gestire al meglio il vantaggio che si erano costruiti con i due quarti centrali, giocati con estrema efficacia.

Pronti via e Spezia scappa con un perentorio 9 a 0 frutto di un atteggiamento difensivo dell’Azimut Consulenza troppo passivo, che permette ai bianconeri del presidente Caluri di trovare la via del canestro con troppa facilità. Il primo canestro dal campo per Vado arriva al 4° con un tap in di capitan Prato. Ma Spezia domina e la panchina ospite è costretta ad un time-out riparatore sulla tripla di Visigalli che sancisce il 14 a 4 al 6°. L’ingresso di Zavaglio rianima la compagine ospite che comincia a sfruttare i pick and roll in maniera migliore e si avvicina ai padroni di casa (19 a 14) con due liberi della guardia bordigotta.

Sono una bomba da Pipolo da distanza siderale ed un appoggio di un ispirato Visigalli a chiudere il quarto per Spezia con Vado che segna allo scadere con Cerisola servito da un assist di Zavaglio. Si va al primo mini riposo sul 24-16 con l’Azimut che sembra finalmente in partita, nonostante la solita cronica problematica della gestione dei falli.

Si riparte e Spezia accelera. Vado si fa sorprendere dall’inizio veemente dei padroni di casa che grazie ad una serie infinita di tiri liberi di Santoni (sette consecutivi) dilata il vantaggio e si porta sul 33 a 20 al 4° del secondo periodo. Nel momento in cui i ragazzi vadesi sembrano poter crollare sotto i colpi di Spezia, si ricompattano ed inizia un altra gara, con la compagine ospite che alza il volume della difesa e trova ritmo in attacco. Si va così all’intervallo lungo con l’Azimut sotto di 8 ma con entrambi i piedi nella gara.

Si riprende con Vado con grossi problemi di falli, ma i ragazzi del presidente La Rocca giocano senza timore reverenziale e pian piano recuperano colpo su colpo fino al sorpasso sul 51 a 53 con due canestri consecutivi di un positivissimo Gueye al 6° del terzo periodo. Da lì alla fine del quarto si combatte punto a punto fino al 60 a 61 per i biancorossi che manda le squadre all’ultimo intervallo.

Vado in gas esce fortissimo dalla panchina e con quattro punti del duo Gueye-Olowu sigla il massimo vantaggio ospite sul 65 a 60. Spezia però non si scompone e va avanti per la propria strada ritrovando il vantaggio sul 66 a 65 al 4° con tre tiri liberi del solito Visigalli. Il quintetto vadese perde in sequenza per raggiunto limite di falli Olowu, Gueye, Vallefuoco e Canepa e, complice il fatto di essersi troppo innervositi per le decisioni arbitrali, perde completamente la lucidità necessaria per attaccare la zona proposta da coach Padovan.

Spezia mette in ghiaccio il risultato e gli ultimi due minuti sono di puro garbage time, con i biancorossi vadesi che non hanno la forza di tornare sotto.

Ora non rimane che cancellare la gara giocata e concentrarsi su gara 2 che si giocherà al Geodetico domani, mercoledì 5 aprile, con fischio d’inizio alle ore 20,45. Se i vadesi vorranno riuscire nell’impresa sarà necessario capitalizzare gli errori commessi e servirà l’apporto del pubblico, che la società biancorossa invita ad accorrere numeroso.

Il tabellino:
Tarros Spezia – Azimut Consulenza Pallacanestro Vado 82-71
(Parziali: 24-16; 44-36; 60-61)
Tarros Spezia: Russo 13, Tringale, Pipolo 8, Visigalli 21, Santoni 12, Manzini, Coari ne, Fazio 7, Kuntic 18, Melley 4. All. Padovan, ass. Lanza.
Azimut Consulenza Pallacanestro Vado: Dzigal 2, Milosevic 11, Pelegi, Olowu 13, Vallefuoco 11, Cerisola 2, Canepa 3, Zavaglio 12, Prato 9, Gueye 8. All. R. Dagliano, M. Costa.
Arbitri: De Angeli (Genova) e Rezzoagli (Rapallo).

In gara 1 dell’altra semifinale vittoria del Sarzana Basket sul campo del Cus Genova per 64-74.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.