IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pietra Ligure, Carrara: “L’ampliamento del cimitero? Una mostruosità. Bisogna spostarlo dal centro”

Più informazioni su

Pietra Ligure. Non le manda certo a dire e dopo l’ultimo Consiglio comunale nel quale l’assessore Francesco Amandola ha presentato il progetto per l’ampliamento del cimitero comunale, il consigliere di minoranza Mario Carrara si scaglia contro l’amministrazione comunale, che ha riesumato una idea progettuale che era stata a suo tempo stoppata ma, secondo l’esponente della minoranza, con modifiche assolutamente sbagliate: “Una mostruosità, meno parcheggi rispetto al vecchio progetto e troppi loculi” sottolinea Carrara.

L’ampliamento del cimitero era emerso nel dibattito del parlamentino pietrese proprio a seguito di una interpellanza della minoranza comunale circa la realizzazione di nuovi loculi nel cimitero. “Il precedente progetto che prevedeva di utilizzare gli spazi tra il cimiero stesso e il parcheggio dell’ex campo comunale, dove attualmente ci sono dei capannoni della ditta “Orso”, prevedeva almeno la realizzazione di 60 parcheggi, con aiuole e verde pubblico, oltre ad una piazzetta davanti al nuovo ingresso dell’area cimiteriale” spiega ancora Carrara.

“Quello che ha in mente il Comune è un progetto sproporzionato, le cui modifiche sono peggiorative rispetto al progetto iniziale”. Ma Carrara va oltre: “L’attuale cimitero di via Crispi è stato trasferito nel lontano 1840, proprio in pieno tessuto urbano. Se fosse possibile, ma non lo è, il cimitero dovrebbe essere spostato da dove si trova ora! Invece, si progetta ancora di ingrandirlo, tra l’altro verso il centro storico. La città dei morti dovrebbe, invece, essere distante dalla città dei vivi…”.

“Bisogna progettare un nuovo cimitero in un’altra località e il piano regolatore di Pietra Ligure aveva individuato la località Pitta come zona ideale per una possibile nuova edificazione dell’area cimiteriale. Si poteva procedere per singoli lotti di intervento, pianificando i costi e le spese (considerando che un cimitero si autofinanzia con concessioni e vendite di loculi), invece si vuole ampliare l’attuale cimitero con altri 500 loculi, un intervento miope e sbagliato che contrasteremo con tutte le nostre forze” conclude Carrara.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.