IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nuovi loghi per le Asl liguri, i sindacati: “Ci sono cose più urgenti da fare”

"Denunciamo lo sperpero di ingenti somme di denaro pubblico per cambiare tutti i materiali che contengono il vecchio logo"

Liguria. “Il nuovo logo delle Asl? Ci sono cose più importanti ed urgenti”. Così il segretario della Uil Fpl Aldo Ragni a proposito della decisione della Regione di omogeneizzare i loghi delle varie Asl liguri conferendo loro una unica veste grafica riconducibile ad Alisa ma “declinata” a seconda del rispettivo territorio.

“Il nostro obiettivo – ha spiegato l’assessore alla sanità Sonia Viale – è quello di fare ordine e rendere omogenea e più accessibile la comunicazione del sistema sanitario regionale verso i suoi fruitori, pazienti o cittadini, che devono potersi orientare con facilità. La forma in questo caso è anche sostanza: una buona organizzazione è alla base della qualità e dell’efficienza dei servizi”.

“Noi crediamo che i cittadini possano ‘orientarsi’ anche col vecchio logo – dice oggi Ragni – Forse ciò che conta non è quello ma investire sull’abbattimento dei tempi d’attesa, e sulla riduzione dei tempi per gli accessi nei pronto soccorso nonché sulla carenza dei posti letto, ridurre il costo del ticket appesantito dai 10 euro di quota fissa a prestazione. La dura realtà vede molti cittadini abbandonare le cure o non iniziarle per difficoltà economiche a sostenerle visto lo scarso contesto di attenzione al sociale .

“Denunciamo pertanto lo sperpero di ingenti somme di denaro pubblico, orientate a questo utilizzo, per cambiare insegne, cartellonistica, badge dipendenti, divise adesivi auto, modulistica e tutto ciò che contiene il nuovo logo che per obbligo di delibera numero 256 del 2017 deve essere modificato da ciascuna Azienda. Peraltro nel testo della delibera non è contenuto l’impegno di spesa per l’operazione né quanto è costato l’affidamento del progetto grafico dei logo e del sito (turistico) alla Mapo srl, nota società di comunicazione, ovviamente milanese”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.