IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nuove telecamere sull’Aurelia ad Albenga e Loano e scatta la psicosi: “Sono velox”

Su WhatsApp circola un messaggio vocale che segnala due nuovi apparecchi tra Pietra e Loano e ad Albenga nei pressi del concessionario Ford

Albenga/Loano. Da ieri sera circola su WhatsApp  un messaggio vocale che segnala la presenza di due nuovi autovelox posizionati uno a Loano, lungo la via Aurelia, subito dopo il passaggio a livello procedendo verso Borghetto Santo Spirito, ed uno ad Albenga, sempre  sulla via Aurelia, nei pressi del concessionario Ford.

La voce nel messaggio audio conferma inoltre che alcune persone hanno già ricevuto una contravvenzione pari a 170 euro per via di queste due nuove apparecchiature. Stando al messaggio, che in queste ore è diventato virale sulla nota applicazione di messaggistica, i due nuovi autovelox non si limiterebbero ad indicare solamente l’eventuale infrazione dei limiti di velocità, ma andrebbero anche a fotografare altri tipi irregolarità come la guida al telefono o senza le cinture di sicurezza.

Da qui il panico che ha iniziato a dilagare anche sul web e in particolare su Facebook, dove sono giunte le prime segnalazioni. In alcuni gruppi molti hanno iniziato a domandarsi se la notizia fosse fondata o meno, temendo una nuova ondata di contravvenzioni. Infatti, soprattutto ad Albenga, la memoria è subito corsa all’episodio dell’autovelox sulla Sp6 tra San Fedele e Lusignano, quando l’anno scorso decine di automobilisti multati si sono attivati con un ricorso, portando la Provincia di Savona a comparire davanti al giudice di pace.

Al momento però, sia a Loano che ad Albenga, la presenza dei due misteriosi autovelox non sembra trovare alcun riscontro. Nella città delle Torri, l’unica telecamera attiva nella zona oggetto del messaggio su WhatsApp, risulta essere un rilevatore del traffico gestito dall’Anas, utilizzato a fini di puro monitoraggio statistico.

A Loano, invece, non risulta da nessuna parte l’installazione di una nuova apparecchiatura in grado di rilevare eventuali infrazioni. Anzi: “Quelle che sono state posizionate ieri – spiega l’assessore alla polizia municipale Enrica Rocca – sono due normalissime telecamere di videosorveglianza. Sono state acquistate ed installate da due attività commerciali della zona e sono state collegato al sistema a circuito chiuso del Comune, così come previsto dai recenti accordi sottoscritti nell’ambito del Tavolo della Sicurezza”.

“Una delle due telecamere – aggiunge Rocca – sarà in grado di leggere le targhe dei veicoli e quindi potrà individuare in tempo reale quei conducenti che, ad esempio, non sono in regola col pagamento delle assicurazioni o con la revisione. Le infrazioni rilevate, però, non saranno inviate a casa ma potranno essere contestate soltanto di persona dagli agenti della polizia municipale quando saranno effettuati i normali controlli al traffico sull’Aurelia”.

Insomma, nessun nuovo autovelox, ma semplicemente degli apparecchi di videosorveglianza installati per la sicurezza di tutti i cittadini. Anche per quelli che magari si dimenticano di allacciare la cintura o parlano al telefono mentre guidano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.