IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lutto ad Albisola, la Croce Verde piange lo storico dirigente Pierangelo Giarda foto

Si è spento al San Paolo a 85 anni: fu tra i creatori del primo centralino unico di soccorso

Albisola Superiore. La Croce Verde di Albisola piange lo storico dirigente e socio benemerito Pierangelo Giarda, detto Piero, mancato ieri sera all’ospedale San Paolo di Savona all’età di 85 anni.

“Poco dopo la ripresa delle attività dell’associazione, nei primi anni ’70, si fece promotore nel coinvolgere amici e conoscenti che frequentavano il suo bar, il bar Bianco, per aiutare concretamente la Croce Verde – ricorda il presidente Vilderio Vanz – Molti lo seguirono e contribuirono, insieme ai volontari della Croce Bianca di Savona, a far rinascere l’associazione inattiva da qualche anno per mancanza di volontari”.

“Da subito – racconta Vanz – Piero si rivelò un elemento importante per la crescita della Croce ed entrò a far parte del Consiglio di Amministrazione nel 1973 raccogliendo l’eredità di un’altro grande dirigente, Demi Gino. Ricoprì il ruolo di economo per circa 20 anni, ma non smise mai di essere partecipe della vita associativa. Fino a pochi anni fa quotidianamente veniva in sede e commentava le vicende della Croce. Poi le conseguenze di una caduta glielo hanno impedito, ma quando andavamo a trovarlo il suo pensiero era sempre rivolto alla sua Croce Verde e voleva essere informato di tutto”.

“Se oggi la Croce Verde è riuscita ad acquistare la nuova sede, la stessa che lui ambiva da circa trent’anni, lo si deve alla sua oculatezza e quasi maniacale attenzione al risparmio – riconosce Vanz – Si dava degli obiettivi di crescita economica dell’associazione e puntualmente li raggiungeva. Certo gli argomenti di discussione non mancavano tra i consiglieri e la Direzione dei servizi, ma lui riusciva sempre a coinvolgere tutti facendo approvare con soddisfazione la sua linea”.

“Importante – insiste il presidente – è stato il contributo di Piero alla organizzazione territoriale dei servizi di urgenza, negli anni ’80-’90, quando ancora non esisteva il un coordinamento dei soccorsi di ambulanza: Piero fu tra gli artefici della realizzazione di un primo centralino unico di chiamata di soccorso nel savonese e fu parte attiva nel coordinamento di questa iniziativa propedeutica all’attuale sistema di emergenza. Per questo mi sento di dire che non solo la Croce Verde gli deve molto, ma tutti gli albisolesi dovranno ricordarlo perchè se oggi la Croce Verde è quello che è, in gran parte lo si deve a lui”.

I funerali si svolgeranno presso la Parrocchia Stella Maris giovedì 13 aprile alle ore 9.00 in Albisola Capo, a pochi passi da dove nel 1945 fu fondata la Croce Verde.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.